LA CAMERA DI COMMERCIO DICE NO ALLA SOPPRESSIONE DELLA PROVINCIA DI ENNA

Print Friendly, PDF & Email

La Giunta della Camera di Commercio, riunitasi oggi, esprime vivissima preoccupazione per la paventata soppressione della provincia di Enna.  Le conseguenze che la scomparsa dell’Ente provincia avrebbe sul territorio sarebbero gravissime sia per la collettività che per il sistema delle imprese. Il venir meno di uno dei riferimenti importanti per la programmazione dello sviluppo economico locale e per il sostegno all’imprenditoria, non solo apparirebbe come un sintomo di disimpegno dello Stato verso questa comunità ma, in un momento di grave crisi economica, rischierebbe di deludere definitivamente le speranze di rilancio sociale ed economico di questo territorio.

Non si può sopprimere un Ente che ha una sua storia e una valenza rappresentativa unitaria di un preciso contesto geo-politico, solo in base ad un indistinto calcolo ragionieristico che muove dall’assunto apodittico: piccolo è uguale a spreco. Proprio nelle realtà meno sviluppate e costituite da tanti piccoli comuni, la Provincia assolve ad un ruolo di sintesi dei micro interessi territoriali come pure di supporto strutturale alle non sempre sviluppate capacità dei piccoli e piccolissimi comuni.

La Giunta camerale auspica quindi che da parte del Governo nazionale e del Parlamento giunga un radicale ripensamento delle scelte preannunciate, in considerazione delle devastanti conseguenze che la soppressione della Provincia di Enna  produrrebbe su questa area già così pesantemente provata da antichi ritardi e recenti crisi.

Related posts