IL CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ENNA SUL RISCHIO SOPPRESSIONE DELLA PROVINCIA DI ENNA,

Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Enna riunito in data 29/08/2011, in seduta straordinaria urgente, PREMESSO – che l’art. 15 del decreto legge del 13 agosto 2011 n. 138  prevede la soppressione delle Province con un popolazione inferiore a 300.000 abitanti e con una superficie inferiore a Kmq. 3.000; – che secondo la suddetta previsione legislativa la Provincia Regionale di Enna rientra tra quelle che verranno soppresse;  – che il medesimo articolo prevede al comma 6° che “la soppressione delle Province determina la soppressione degli uffici territoriali del Governo aventi sede nella Provincia”; – che il venir meno della Provincia Regionale di Enna comporterà anche la soppressione del Tribunale e degli uffici giudiziari dipendenti (Commissione Tributaria e Giudici di Pace del circondario), rientrando il Tribunale di Enna, secondo la previsione del CSM, nel novero degli uffici giudiziari con meno di 15 magistrati in pianta organica, non  più sede di capoluogo di Provincia, e, pertanto, destinati alla soppressione; – che, inoltre, come ulteriore conseguenza negativa del venir meno dei suddetti uffici giudiziari, nonché di tutti gli uffici pubblici a rilevanza provinciale presenti in Provincia di Enna, si paventa un considerevole aumento dei costi sociali per la futura  assenza dei presidi istituzionali sul territorio, sia con riferimento all’amministrazione della giustizia, che con riguardo ad ogni altra funzione essenziale dello Stato;
– che ulteriore effetto di tale vuoto istituzionale sarà il sicuro ritardo nell’amministrazione  della giurisdizione civile, penale e tributaria, con il concreto rischio di una sfiducia del cittadino nei confronti della funzione giudiziaria;
– che la soppressione sistematica di tutti gli uffici provinciali comporterà anche un’assenza dello Stato in tutte le sue articolazioni sul nostro territorio, con perdita di identità, consenso, coesione sociale e conseguente aumento dell’attività della criminalità organizzata,  in particolare di quella mafiosa che, nel nostro territorio, soprattutto negli ultimi anni, è stata efficacemente contrastata dall’azione sinergica dell’Autorità Giudiziaria, delle forze di Polizia e delle Istituzioni preposte;
– che, inoltre, è prevedibile un massiccio esodo della popolazione locale, costretta a trasferirsi nelle Province limitrofe, considerata la futura chiusura degli uffici provinciali e di tutti gli altri uffici pubblici territoriali presenti in Provincia di Enna ed il venir meno o, comunque, il grave ridimensionamento dei servizi dello Stato sul territorio, con ulteriore mancanza di prospettive di sviluppo socio-economico;
Ciò premesso
DICHIARA
di non condividere, per i motivi suindicati, la prevista soppressione della Provincia di Enna,
INVITA
tutte le istituzioni preposte a valutare i gravi effetti negativi derivanti per la nostra comunità dalla prevista soppressione della Provincia di Enna, con particolare riferimento all’amministrazione della giustizia, e
SI OPPONE
fermamente alla soppressione della Provincia di Enna e di tutti gli uffici pubblici territoriali presenti in Provincia .

Il Consiglio dell’Ordine
degli Avvocati di Enna

About Post Author

Related posts