PUNTO NASCITA OSPEDALE CHIELLO: IL SINDACO FAUSTO NIGRELLI SCRIVE AL MANAGER DELL’ASP NICOLA BALDARI

Egr. Direttore, è di ieri pomeriggio la notizia che l’assessore Massimo Russo ha concordato con la Commissione Sanità una proroga del Decreto sulla chiusura dei punti nascita con meno di 500 parti l’anno fino al 30 settembre 2012. Questo periodo – ha affermato Russo – dovrà servire ai direttori generali per provvedere al potenziamento strutturale, tecnologico e organizzativo dei centri di primo e secondo livello. L’assessore ha anche esplicitamente affermato che, pur restando fermo il principio generale dei 500 parti all’anno, sara’ possibile, anzi “agevole” determinare se e quali deroghe apportare.
Fino ad ora l’Amministrazione

di Piazza Armerina ha preso atto della posizione “attendista” di codesta DG in relazione alla piena attuazione della sentenza del TAR che impone la riapertura del reparto di Ostetricia e Ginecologia del Chiello, a serguito della quale si è provveduto solo ad un atto formale cui non è seguita una piena ripresa delle attività.
Allo stato attuale, tuttavia, non sussitono più motivi per non riattivare, con decorrenza immediata, ogni attività precedentemente effettuata presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Chiello, ivi compresi i parti, dando piena e sostanziale attuazione alle sentenza del TAR.
Per i motivi esposti, con la presente Le chiedo di provvedere a quanto sopra senza alcun indugio, riservandomi di intraprendere ogni azione in presenza di comportamenti dilatori non più giustificabili alla luce della proroga stabilita dall’assessore.
Certo, come sempre, della sua piena collaborazione, porgo distinti saluti.
Il Sindaco
Fausto Carmelo Nigrelli

 

Nella foto Nicola Baldari

About Post Author