CONSIGLI PROVINCIALI DI MATTINA. IL CONSIGLIERE MIRODDI SI OPPONE.

Print Friendly, PDF & Email

Nel corso dell’ultimo Consiglio provinciale che ha visto liquidare positivamente i debiti fuori bilancio il consigliere Salvatore Miroddi è intervenuto sulla decisione di convocare i Consigli esclusivamente di mattina, scelta motivata dalla necessità di ridurre i costi, derivanti dal pagamento dello straordinario ai dipendenti.” E’ il solito fumo negli occhi – ha dichiarato Miroddi-  tipico di un agire politico e amministrativo miope che non è intenzionato a ridurre i veri sprechi nella pubblica amministrazione. Ricordo a me stesso e ai colleghi che la politica nonostante tutto continua a  non badare a spese. Ci sono voluti ben 5 Consigli per approvare i debiti fuori bilancio con un costo, tra gettone di presenza ed oneri previdenziali da liquidare ai consiglieri dipendenti,  di svariate migliaia di euro a seduta . Se consideriamo che il costo dello straordinario, che in ogni caso scatta sempre dopo le 17.30 nelle giornate di lunedì e mercoledì, è in media di meno di 10 euro l’ora e che riguarda da due a tre dipendenti al massimo non capisco quale risparmio e quale segnale si vuole dare alla opinione pubblica. Un messaggio distorto che serve solo a lavarsi la coscienza. Convocare i Consigli di pomeriggio, inoltre, offre il vantaggio di avere molto più tempo a disposizione e consente ai consiglieri di svolgere la mattina il proprio lavoro senza creare disagi”.

Related posts