IL CONSIGLIERE SCILLIA SU “RANDAGISMO A ENNA E TUTELA DEGLI ANIMALI; NONCHÉ SULLA REALIZZAZIONE DEL CANILE COMUNALE”.

Print Friendly, PDF & Email

E’ con viva soddisfazione che accolgo l’iniziativa portata avanti dalla associazione “Gente di domani” e dal “MCL” sui tre giorni organizzati in città al fine di nuovamente fare il punto sulla situazione “randagismo a Enna e tutela degli animali; nonché sulla realizzazione del canile comunale”. Ormai da troppi decenni si cerca di affrontare la questione ma evidentemente non vi è una reale volontà di risoluzione della problematica. Personalmente anche nella qualità di componente della terza commissione mi sono occupato del problema e devo dire che ho registrato solamente un finto interesse da parte dell’amministrazione.  Non potrebbe infatti essere definito diversamente l’atteggiamento assunto da chi pur avendo il potere di intervenire concretamente si nasconde dietro strumentali, finte, e ormai superate dichiarazioni.    
Il problema del randagismo e con esso quello della realizzazione del canile comunale è uno dei tanti esempi del nostro comune di come la mala politica, la politica basata su interessi di partito piuttosto che su interessi sociali possa bloccare lo sviluppo di una comunità.
Proprio meno di un anno fa l’assessore Savarese dichiarava “…siamo già nella fase di reperimento delle risorse…” e, tuttavia, trascorso un anno lo stesso Assessore Savarese omette di fornire le informazioni necessarie per la opportuna risoluzione della problematica, omette di affrontare esso stesso in maniera concreta la questione, contribuisce a provocare anno dopo anno un danno economico di oltre € 400.000,00 che ben potrebbero essere impiegati per creare sviluppo in città.
Auspico che l’iniziativa venga condivisa da tutte le parti sociali, che venga fornita ai cittadini una quanto mai necessaria informazione e chissà che forse per una volta si possa ottenere anche un risultato concreto.

Related posts