IL SINDACO DI ENNA AVVIA LO SCIOPERO DELLA FAME A TUTELA DEI LAVORATORI LSU

Print Friendly, PDF & Email

Esplode in tutta la sua drammaticità la vicenda relativa al possibile mancato rinnovo contrattuale dei lavoratori LSU impiegati nei comuni siciliani, oggi a forte rischio di interruzione del rapporto di lavoro. Se, infatti, non interverrà la Regione Siciliana, con uno specifico provvedimento legislativo che assuma scelte decisive in ordine alla stabilizzazione di questo personale, sarà impossibile confermare la prosecuzione dei rapporti di lavoro. In quest’ottica si è svolta questo pomeriggio la riunione di un apposito Tavolo tecnico sul Precariato, convocato dal Sindaco di Enna, Paolo Garofalo, che ha preso in esame la spinosa vicenda e al cui termine dei lavori è stato deciso, intanto, che la Giunta Municipale approverà uno specifico atto deliberativo con il quale si invita il Governo Regionale ad intervenire con ogni urgenza in materia, al fine di scongiurare quella che potrebbe tradursi in una vera e propria emergenza, considerato che questi lavoratori sono ormai integrati nella macchina amministrativa comunale che, con la loro assenza, subirebbe un grave colpo in termini di efficienza lavorativa e di produttività.
A tal proposito il Sindaco Garofalo ha annunciato una presa di posizione ancora più eclatante, decidendo di avviare, da domani 2 dicembre 2011, uno sciopero della fame in modo da porre all’attenzione generale questa grave problematica.
“Ho deciso di avviare questo tipo di protesta – spiega Garofalo –  perché sento fortemente il dovere di Sindaco a difesa dei lavoratori del Comune che ho l’onore e l’onere di amministrare. Non è pensabile che questo personale, che è ormai parte integrante della struttura organizzativa comunale, non debba vedere la possibilità di continuare a prestare la propria preziosa opera solo per la cecità di un legislatore che da un lato si impegna per la stabilizzazione e dall’altro non fa nulla perché questa possa veramente concretizzarsi, mettendo i comuni nelle condizioni di non potere  rinnovare i contratti”.
“Spero che questo mio gesto – conclude Garofalo – possa servire a richiamare la necesaria attenzione del Governo regionale e delle forze politiche tutte, affinché si possa trovare la giusta soluzione a questa difficile vertenza”.

—————————–                                                                                                   

Le scriventi Organizzazioni Sindacali FP CGIL –  FP CISL –  UIL FPL –  U.G.L. , la RSU del Comune di Enna, nonché una rappresentanza dei lavoratori  con  contratto di lavoro a tempo determinato in servizio presso il Comune di Enna, si sono riuniti in data 01.12.2011, alla presenza del Sindaco  e del Segretario Generale, per trattare le delicate problematiche riguardanti  la prosecuzione dei contratti quinquennali in scadenza il 31 dicembre c.a.
Considerato che, dopo vent’anni di precariato, gli stessi lavoratori rischiano ancora oggi il proprio posto di lavoro per una mancata stabilizzazione, l’Amministrazione con il forte impulso delle organizzazioni sindacali, ha assunto l’impegno ad inviare un atto deliberativo all’Amministrazione Regionale per la richiesta di finanziamento del quinquennio 2012-2016, nelle more della trasformazione definitiva dei contratti di lavoro a tempo indeterminato.
Nell’attesa, i lavoratori, unitamente alle organizzazioni sindacali hanno proclamato lo stato di agitazione  della categoria al fine di salvaguardare il proprio posto di lavoro.  
I lavoratori e le Organizzazioni Sindacali unitamente all’Amministrazione  si riservano,inoltre,   di intraprendere  le iniziative che riterranno più opportune.
Infine,  l’Amministrazione Comunale ha avanzato  richiesta al Presidente della Regione e all’Assessore  Regionale al Lavoro di intervenire con urgenza  per la risoluzione del  problema “precariato” assumendo scelte coraggiose e definitive.
Vista l’urgenza il tavolo si è autoconvocato per martedì 6 dicembre .
Le segreterie provinciali
FP CGIL
FP CISL
UIL FPL
UGL
RSU Comune di Enna
I lavoratori  interessati

Related posts