QUASI 2500 STUDENTI HANNO VOTATO ALLA KORE, TRA DI ESSI 11 STRANIERI

Print Friendly, PDF & Email

Mentre la politica degli adulti registra un costante calo dei votanti ad ogni tornata elettorale, all’Università Kore di Enna l’affluenza alle urne degli studenti è aumentata di oltre 3,5 punti percentuali rispetto alle ultime elezioni, sfiorando il 37%. Normalmente le elezioni universitarie vengono considerate un successo quando votano 2 studenti su 10: ad Enna si è raggiunto quasi il doppio, nonostante uno dei due giorni dedicati alle elezioni fosse coinciso con lo sciopero dei mezzi pubblici di trasporto, che ha bloccato a casa i pendolari. Si consideri che la popolazione studentesca della Kore è composta da studenti provenienti da tutta la Sicilia, da Trapani a Siracusa: gli ennesi sono meno del 10% del totale. Sono stati quasi 2.500 gli studenti che si sono recati alle urne, tra di essi anche 11 degli 80 studenti stranieri, ammessi al voto per gli organi di Facoltà e di Corso di laurea.
La consultazione, che ha vivacizzato per settimane l’intera città e riempito i luoghi di ritrovo di volantini e fac-simile come una normale competizione elettorale, si è svolta nella piena regolarità e senza alcun incidente. La macchina organizzativa, messa a punto dal direttore generale dell’ateneo, Salvatore Berrittella, è stata perfetta. Sono stati allestiti 9 seggi nei tre padiglioni della Cittadella universitaria ed è stata impegnata una task force di oltre 60 persone, tra scrutatori, tecnici e personale di supporto, oltre alla commissione elettorale, che ha dovuto svolgere il lavoro più complesso fino alla notte della pubblicazione dei risultati.
“Una grande manifestazione di partecipazione e di democrazia – commenta Cataldo Salerno, presidente dell’università – che ha visto studenti e studentesse impegnati in una competizione fondamentalmente sana, onesta e sinceramente interessata, che lascia ben sperare sull’apporto positivo che la componente studentesca darà al governo dell’ateneo”.
I risultati hanno visto sostanzialmente una partita a due tra la Kampus (che ha prevalso di poco, piazzando due rappresentanti su tre al Senato accademico) e la Confederazione Kore, che ha registrato un successo rispetto all’anno scorso. Confermata, tra gli altri, la presidente uscente degli studenti, Cristina Di Grande, della Kampus. Significativo anche il successo di suffragi delle altre due liste: Hermes e Protagonismo, che si presentavano in forze per la prima volta.
Questi gli eletti (tra parentesi, i primi dei non eletti):

•    Consiglio dei garanti (2 rappresentanti):
1)    Mirco Alvano (Mirko Andolina) – lista Confederazione Kore;
2)    Laura Sorriso Valvo (Antonino Costanzo) – lista Kampus;

•    Senato Accademico (3 rappresentanti):
1)    Fabio Brullo – lista Kampus;
2)    Sebastiano Saitta (Calogero Attardi) – lista Confederazione Kore;
3)    Domenico Tamburello (Antonella Lazzaro) – lista Kampus;

•    Consiglio di facoltà di Ingegneria, Architettura e delle Scienze Motorie (2 rappresentanti):
1)    Angelo Passafiume (Fabio Aiello) – lista Kampus;
2)    Serena Scozzarella (Alessandro Ensabella) – lista Confederazione Kore;

•    Consiglio di facoltà di Scienze economiche e Giuridiche (2 rappresentanti):
1)    Raimondo Paride Falsone (Bruno Calabrese) – lista Confederazione Kore;
2)    Cristina Di Grande (Rosario Vella, detto Milo) – lista Kampus;

•     Consiglio di facoltà di Scienze umane e Sociali (2 rappresentanti):
1)    Giuseppa Scolaro (Gianluca Chiaramonte) – lista Kampus;
2)    Serafino Bellitto (Giulio Previtera) – lista Confederazione Kore;

•    Commissioni paritetiche docenti-studenti (32 rappresentanti):
1)    Walter Carapezza – lista Protagonismo universitario;
2)    Luigi Margio – lista Kampus;
3)    Greta Bruno – lista Confederazione Kore;
4)    Luana Bellia – lista Kampus;
5)    Carmelo Raspanti – lista Protagonismo Universitario;
6)    Angelo Michele Curatolo – lista Confederazione Kore;
7)    Antonino Cremona – lista Protagonismo Universitario;
8)    Mauro Failla – lista Kampus;
9)    Andrea Carbone;
10)    Federico Gambino;
11)    Mirko Andolina – lista Confederazione Kore;
12)    Stefania Rizza – lista Kampus;
13)    Andrea Croce – lista Kampus;
14)    Stefania Gagliano – lista Confederazione Kore;
15)    Annalisa Vacanti – lista Confederazione Kore;
16)    Lucia Amico – lista Kampus;
17)    Fabio Tiziano Spada – lista Kampus;
18)    Samuele Vinci – lista Confederazione Kore;
19)    Maria Grazia Altavilla – lista Confederazione Kore;
20)    Federica Pirrera – lista Kampus;
21)    Calogero Domenico Ferreri – lista Confederazione Kore;
22)    Salvatore Randazzo – lista Kampus;
23)    Francesca Toscano – lista Confederazione Kore;
24)    Flavia Tomasello – lista Kampus;
25)    Caterina Ribis – lista Kampus;
26)    Maria Concetta Valentina Di Natale – lista Confederazione Kore;
27)    Danilo Gagliano – lista Kampus;
28)    Jessica Mangione – lista Kampus;
29)    Davide Perri – lista Protagonismo Universitario;
30)    Clara Cagnina – lista Protagonismo Universitario;
31)    Chiara Busà (Antonino Grasso) – lista Kampus;
32)    Giulia Marini (Riccardo Di Blasi) – lista Confederazione Kore;

•    Consiglio di Amministrazione dell’Ersu (4 rappresentanti):
1)    Filippo Nula (Mario Lodato) – lista Confederazione Kore;
2)    Giovanni Baglieri (Jessica Mangione) – lista Kampus;
3)    Andrea Gervasi (Salvatore Grancuore) – lista Protagonismo Universitario;
4)    Liborio Cozzo (rappresentante degli studenti iscritto al dottorato di ricerca, l.r. 20/2001, art. 10).

Related posts