ASSEMBLEA PROVINCIALE DEL PARTITO DEMOCRATICO

Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta ad Enna Bassa, in un noto locale, l’Assemblea Provinciale del Partito Democratico per discutere ed approfondire i contenuti della manovra Monti approvata dal Parlamento ed altri argomenti quali la celebrazione del prossimo referendum interno al PD sulla opportunità di sostenere il governo Lombardo, la soppressione delle Province e la paventata soppressione del Tribunale di Nicosia. Nell’intervento d’apertura l’On Tumino, Presidente dell’Assemblea, ha manifestato forte preoccupazione per una manovra finanziaria che pur con i correttivi voluti dal PD resta fortemente iniqua ed auspicato che, nei prossimi mesi, il PD nazionale riesca ad introdurre con legge ordinaria,  dei correttivi che vadano nel senso della redistribuzione e dell’equità. Il segretario prov. Alloro, ha fatto presente che si tratta di una manovra fortemente depressiva e iniqua che colpisce i ceti più deboli e, nonostante i riequilibri apprortati grazie al PD ed ai sindacati finalmente uniti, necessita comunque di correttivi che vadano nel senso della tassazione dei patrimoni e dei redditi elevati. Ha poi  criticato la  legge di soppressione delle province che impone al nostro partito ed ai gruppi parlamentari un immediato lavoro per predisporre una proposta di riordino complessivo del sistema delle autonomie locali, comunicando che il Partito nazionale sta preparando un seminario sull’argomento che si terrà nel mese di gennaio. Il sen Crisafulli ha illustrato la manovra sottolineando gli interventi che avrebbero dovuto introdursi per renderla più equa, ha poi fatto presente che occorre un impegno straordinario del partito per scongiurare la soppressione del tribunale di Nicosia che rappresenta uno dei Tribunali più efficienti. Fortemente critico l’intervento nei confronti dell’azione amministrativa del Governo Lombardo  e complessivamente del quadro politico che lo sostiene giudicato inadeguato e figlio di un vero imbroglio, in questo senso ha auspicato la celebrazione del referendum che seppure intempestivo può agevolare in necessario chiarimento sulla politica delle alleanze anche negli Enti dove si andrà a votare. Dopo i diversi interventi l’assemblea ha approvato un ordine del giorno per il riequilibrio della manovra Monti contro la soppressione delle Province e del Tribunale di Nicosia ed a favore della celebrazione dei referendum e programmato per il mese di gennaio una conferenza programmatica del partito in preparazione delle elezioni.

Related posts