FLC CGIL: “LICEO MUSICALE DI ENNA AL CENTRO DI MANOVRE CLIENTARI CHE COINVOLGONO PERSONALE DI PIU’ LIVELLI ISTITUZIONALI. NORMATIVA STRAVOLTA”. CHIESTI INTERVENTI

Print Friendly, PDF & Email

La vicenda dell’ assegnazione del personale al Liceo musicale di Enna potrebbe avere risvolti giudiziari. Sulle presunte irregolarita’ nell’istituzione scolastica la Flc Cgil siciliana ha infatti annunciato oggi, in una conferenza stampa, che “intende andare avanti”. Il sindacato parla di “gestione clientelare” e di provvedimenti ad personam di cui si sarebbero resi responsabili un funzionario del ministero, i dirigenti degli uffici territoriali della scuola di Enna e di Ragusa (sede di un altro liceo musicale) e presidi di scuole. Il tutto si sarebbe concretizzato con una gestione scorretta delle graduatorie, per favorire qualcuno a discapito di altri.

Tant’e’ che i lavoratori interessati hanno gia’ impugnato le graduatorie presso il giudice del lavoro. La Flc ha  chiesto lo scorso 7 ottobre all’Ufficio scolastico regionale di disporre un’ispezione,
ha anche reiterato la rischiesta senza tuttavia ottenere, finora, alcuna risposta. “Ci troviamo di fronte- ha detto Giusto Scozzaro, segretario della Flc Cgil Sicilia-  a un caso che presenta molti lati oscuri che hanno inciso negativamente sulla certezza del diritto del personale e sugli interessi della pubblica amministrazione. Di fronte a denunce cosi’ gravi ( che il sindacato e’ pronto a supportare nello specifico con atti documentali) su cui riscontriamo una incomprensibile inerzia dell’ufficio scolastico regionale- sottolinea il sindacalista- ci riserviamo a questo questo punto di ricorrere all’autorita’ giudiziaria affinche’ si accerti la sussistenza di condotte rilevanti sotto il profilo penale e amministrativo”. La Flc denuncia, in particolare “lo stravolgimento dell’ordinanza ministeriale 64/2011 sull’utilizzazione del personale, conseguente a una nota
del 5 agosto, firmata da un funzionario del Miur come ‘parere dello scrivente’ , indirizzata esclusivamente all’Usr della Sicilia e introvabile in tutti i siti ufficiali del ministero”. In seguito a questo, ha detto Scozzaro, “si e’ attribuita una ingiustificata precedenza ai docenti di ruolo utilizzati nei licei musicali nell’anno scolastico 2010/2011, creando cosi’  sacche di privilegio, favoritismi e lesioni del diritto”. La nota del Miur, inoltre, secondo la Flc sarebbe anche stata interpretata in modo diverso nelle tre province sedi di licei musicali (Enna, Palermo e Modica) con la conseguenza che “docenti con molti anni di servizio in uno strumento e  molti titoli sono rimasti fuori dalla graduatoria utile mentre vi sono rientrati altri per una manciata di ore prestate in un solo anno nello stesso strumento”.  A questo, sostiene la Flc, si sono aggiunti
“incomprensibili, per modalita’ e tempistica, spostamenti di personale docente da parte degli uffici scolastici territoriali di Ragusa ed Enna, non supportati dalla normativa”. “Su tutto cio’- ha affermato Scozzaro- chiediamo sia fatta chiarezza, per ristabilire la trasparenza e la certezza del diritto, eliminare le anomalie  preservando al contempo un’istituzione scolastica che consideriamo una ricchezza per il nostro territorio”.

FLC CGIL

Related posts