“RESPONSABILITA’ PER AGIRA” PRESENTERÀ NEI PROSSIMI GIORNI UN NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE PER L’ ISTITUZIONE DELLA FIGURA DEL “GARANTE DELLA PERSONA DISABILE”.

Print Friendly, PDF & Email

Il gruppo consiliare “Responsabilità per Agira” composto dai consiglieri comunali Macchione Ignazio, Santo Dinolfo e Salvo Campione presenterà nei prossimi giorni un nuovo regolamento comunale per l’ istituzione della figura del “Garante della persona Disabile”. Secondo il nuovo regolamento la nuova  figura , che non percepirà compensi, verrà scelta dal consiglio comunale su una rosa di personalità segnalate dalle associazioni o dagli Enti che sul territorio si occupano di disabilità “ Il Garante  – ha detto il consigliere Salvo Campione – sarà una persona autonoma e super partes,  che si adopererà per affermare i princìpi fondamentali delle persone con disabilità e che per quest’ultime costituisce una fonte di informazione sui diritti fondamentali ad esse legati, l’obiettivo principale – conclude Campione – è ottenere un miglioramento sostanziale della qualità della vita dei disabili in un contesto sociale e culturale che ne deve vedere il pieno inserimento”.
Diversi sono i comuni che hanno istituzionalizzato la figura del garante e in tal senso anche la regione siciliana ne ha previsto l’ istituzione. “ Il Garante – ha detto il consigliere Ignazio Macchione avrà il ruolo di mediatore istituzionale tra i disabili e l’Amministrazione, senza mai sostituirsi ad essa, vigilando sull’applicazione delle leggi e sollecitando interventi, oltre che segnalando disfunzioni, irregolarità, scorrettezze e prassi amministrative anomale, ma anche promuovendo iniziative a carattere informativo e culturale”.
La figura del Garante è sussidiaria rispetto alle istituzioni e deve vigilare garantendo il rispetto delle normative. Proprio questa posizione di autonomia gli consentirà di farsi da tramite e appunto “garante” dei diritti delle persone con disabilità.
Il regolamento durante i lavori consiliari potrà essere emendato e arricchito nei contenuti. “ Con la figura del Garante – ha detto Santo Dinolfo – vogliamo tutelare i soggetti con disabilità e più deboli, in tal senso non è da escludere per il futuro anche la creazione di un garante per l’ infanzia e l’ adolescenza, sull’ argomento conclude Dinolfo – ci auguriamo la massima sensibilità da parte di tutti.”

Related posts