LA COMPAGNIA DELL’ARPA APRE LE PORTE AL LABORATORIO PALINSESTI UN PERCORSO DI FORMAZIONE SUL TEMA DEL LABIRINTO

Print Friendly, PDF & Email

Un laboratorio di formazione teatrale condotto da alcuni tra i più prestigiosi nomi del teatro siciliano e italiano che apre le porte a un workshop alle Orestiadi di Gibellina. Si chiama “Palinsesti” ed è il percorso offerto gratuitamente dalla Compagnia dell’Arpa a 15 attori, allievi-attori, studenti o a chiunque voglia avvicinarsi al mondo del teatro e che abbia un’età compresa dai 16 ai 35 anni. Il corso si terrà dal 6 al 30 marzo al Teatro Garibaldi di Enna e avrà per tema “La sfida del labirinto”, sviscerato nelle opere degli autori contemporanei Calvino, Borges, Kafka, Eco, Yourcenar, Dürrenmatt ed Eliade. A condurre le sue cinque sezioni (Incoming shots, Drammaturgia, Recitazione, Regia e Musica) saranno Tino Caspanello, Filippo Luna, Claudio Collovà, Francesco Agnello, Elisa Di Dio e Filippa Ilardo. A fine corso, saranno selezionati tre allievi che parteciperanno a un workshop alle Orestiadi di Gibellina.

I particolari saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà mercoledì 22 alle ore 16.00 al dipartimento Spettacolo dell’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo in via Notarbartolo 9, a Palermo, incontro al quale prenderanno parte tutti gli artisti protagonisti del laboratorio e lo staff della Compagnia dell’Arpa.

Le selezioni, intanto, sono già aperte. Per iscriversi, inviare una foto e un curriculum a laboratori@larpa.it. Per info e chiarimenti, contattare la direzione del corso (Filippa Ilardo, 339.7116700, filippa.ilardo@tin.it) o la segreteria organizzativa (Aurora Tilaro, 328. 9255379, auroratilaro@virgilio.it). C’è tempo fino al 3 marzo.
Gli iscritti fuorisede potranno usufruire di agevolazioni e convenzioni per il pernottamento.

Il laboratorio è un progetto finanziato dall’assessorato regionale al Turismo e Attività teatrali, realizzato in collaborazione con Latitudini – Rete siciliana per la Drammaturgia contemporanea – con il patrocinio del Comune di Enna. Il progetto mira a rilanciare le aree meno raggiunte dalla fruizione teatrale.

SCHEDA LABORATORIO – artisti e date

Il corso sul tema “La sfida al labirinto” parte il 6 e il 7 marzo con “Incoming Shots – Smarrimento e altri percorsi”, a cura di Elisa Di Dio e Filippa Ilardo, entrambe della Compagnia dell’Arpa di Enna. La prima è un’attrice, regista e autrice teatrale. Esperta di teatro, ha tenuto laboratori nelle scuole di ogni ordine e grado e in istituzioni universitarie. I suoi allestimenti drammaturgici hanno ricevuto diversi riconoscimenti in prestigiose rassegne regionali e nazionali di teatro per ragazzi. Filippa è

invece una collaboratrice delle riviste di settore “Sipario” e “Hystrio”. Organizzatrice teatrale, fondatrice della rete Latitudini, Circuito siciliano per la Drammaturgia contemporanea, è anche autrice e regista ed esperta di teatro dei ragazzi.

Il secondo appuntamento si snoderà dal 9 all’11 marzo nella sezione “Drammaturgia – La scrittura come sfida al labirinto”, tenuta da Tino Caspanello. Apprezzato drammaturgo e regista messinese, molto conosciuto anche in Francia, è esponente della nuova drammaturgia contemporanea. I suoi testi si sono aggiudicati numerosi premi, sono stati pubblicati da case editrici di spessore, tradotti e messi in scena in lingua francese. Il suo lavoro, dalla forte impronta autoriale, si caratterizza per rigore e qualità artistica.

Si prosegue dal 18 al 20 marzo con la sezione “Recitazione – Il labirinto come strada al centro di se stessi”, condotta da Filippo Luna. Considerato uno degli interpreti teatrali e cinematografici più importanti e rappresentativi della Sicilia, nel corso della sua carriera ha interpretato miriadi di personaggi con intensità e qualità artistica. Nel 2010 è stato insignito del premio dell’Associazione nazionale critica teatrale.

Il quarto appuntamento è quello della sezione “Regia – Teatro come traiettoria infinita”, si terrà dal 26 al 28 marzo ed curato da Claudio Collovà. Regista palermitano, direttore delle Orestiadi di Gibellina, nella sua lunga carriera ha sviluppato una particolare estetica della visione che hanno fatto conoscere e apprezzare il suoi lavori in tutto il panorama nazionale. Insegna Regia all’Accademia delle Belle arti di Palermo.

L’ultima tappa, la sezione “Musica – Corpo e sonorità”, dal 29 al 30 marzo, è tenuta da Francesco Agnello. Compositore, percussionista e regista teatrale formatosi in Francia, ha lavorato come percussionista solista negli spettacoli di Peter Brook, dedicandosi alla formazione di attori, danzatori e musicisti in vari paesi europei. Attualmente collabora con Pippo Delbono, Eugenio Barba e i suoi attori dell’Odin Teatret, e con lo stesso Brook nello spettacolo “Warum Warum”.

Related posts