LA MAGGIORANZA DEGLI STUDENTI ESCLUSA DALL’UNIVERSITÀ KORE PER L’INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO

La maggioranza degli studenti esclusa dall’Università Kore per l’inaugurazione dell’anno accademico  Oggi, quindici Marzo si è tenuta l’inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Università Kore di Enna e come, purtroppo, consuetudine vuole, i rappresentanti degli studenti appartenenti alla Confederazione Kore sono stati puntualmente esclusi dagli interventi causando un malcontento generalizzato tra gli studenti. Il Presidente della Kore, infatti, ha deciso di far intervenire una studentessa che alle ultime elezioni universitarie ha riscosso meno consensi di Mirco Andolina il quale  è stato eletto nella lista che è arrivata prima alle elezioni del Consiglio dei Garanti. La scelta che tanto arbitraria non sembra, visto che la studentessa in questione è molto vicina ad un consigliere comunale (area PD), è stata fortemente contestata dagli studenti che si sono detti amareggiati per le continue vessazioni a danno della democrazia rappresentativa. Va detto anche che i rappresentanti degli studenti appartenenti alla Confederazione Kore hanno chiesto più volte d’intervenire, ma per motivi, forse politici,  hanno ricevuto soltanto risposte negative; oltretutto la Kore in un primo momento ha chiesto addirittura di depositare gli eventuali discorsi…, roba da far accapponare la pelle. Gli studenti sono rimasti colpiti in negativo non solo per i motivi di carattere democratico ma anche dall’assenza dei rettori stranieri rispetto all’anno precedente, anno in cui era rettore il Prof. Salvo Andò. Questa assenza denota forse un cambiamento negativo per la kore relativamente ai rapporti internazionali? Staremo a vedere. Intanto alla Kore continua la lotta per ottenere i più elementari diritti democratici.
CONFEDERAZIONE KORE

About Post Author