L’ON. PAOLO COLIANNI SU VISITA DI BERSANI AD ENNA: “L’università kore non deve dare l’impressione nella forma e nella sostanza di essere una succursale di nessun partito”

Che una libera Università, come  ama  chiamarsi, l’università KORE di Enna organizzi “Lectio Magistralis” con uomini politici di elevata caratura di primo piano, a me sembra una cosa terribilmente seria per la crescita culturale e democratica della Università stessa. Quello che ritengo è che una classe dirigente  non dovrebbe mai ,dico mai, permettere o fare  prestare  la propria organizzazione culturale per una campagna elettorale difficile e problematica come quella del rinnovo dell’Assemblea Regionale Siciliana del 28 Ottobre prossimo. E ciò per due ordini di motivi: L’università kore non deve dare l’impressione nella forma e nella sostanza di essere una succursale di nessun partito, in particolar modo alla vigilia di un importantissima  scadenza elettorale. Ne va della serietà dell’istituzione stessa e della credibilità della sua dirigenza. Pare alquanto strano e artificiosa la coincidenza della visita elettorale dell’On. Bersani a Enna  giustamente a sostegno del suo partito, e la “Lectio Magistralis” alla Kore. Ho condiviso pienamente il comunicato della Confederazione degli Studenti Kore, e ritengo che una valida e  serena rinunzia  “in atto” della conferenza dell’On. Bersani possa essere un fatto importante. Riterrei inoltre la stessa manifestazione più apprezzata e più seguita in seguito in quanto   non gravata  dal fondato sospetto dalla concomitanza “casuale” della scadenza elettorale. Questa è la risposta culturalmente e politicamente opportuna che l’opinione pubblica si aspetta e spera.

On. Paolo Colianni

About Post Author