PRC ENNA SULLA VISITA DI BERSANI ALLA KORE:”Invitare un leader politico nazionale nel pieno di due campagne elettorali e pretendere di far passare il messaggio che si tratta di una iniziativa accademica, è offensivo dell’intelligenza altrui”

Print Friendly, PDF & Email

Gli organi di governo della Kore eludono colpevolmente la questione che abbiamo sollevato. Nessuno ha mai messo in discussione l’autonomia dell’università nella scelta dei temi culturali da approfondire e dei relatori di cui servirsi. Invitare però un leader politico nazionale nel pieno di due campagne elettorali (elezioni regionali e primarie del PD) e pretendere di far passare il messaggio che si tratta di una iniziativa accademica, non è solo spudorato, ma anche offensivo dell’intelligenza altrui.  Del resto, che vi sia una commistione fra l’università di Enna e il Partito Democratico, come nei peggiori anni della Romania di Ceausescu, lo conferma il comportamento tenuto puntualmente durante le tornate elettorali dal Presidente Salerno il quale non risulta mai assente dal palco dei comizi del suo partito e, siamo certi, non mancherà neppure il 17 ottobre, in occasione del comizio ad Enna dell’on. Bersani.
L’iniziativa organizzata dall’università potrebbe risultare accettabile solo nel caso in cui si desse la possibilità di partecipare anche ad altri leaders politici e, per quanto ci riguarda, diamo già da adesso la completa disponibilità dell’on. Paolo Ferrero.
Il nostro compito è quello di tutelare la libertà di orientamento della popolazione studentesca; ragion per cui, se gli organi di governo della Kore non faranno un passo indietro, modificando l’impostazione data a questa “lectio elettoralis” o annullandola del tutto, scenderemo in piazza assieme agli studenti ed alle studentesse per affermare che, almeno fino ad ora, nelle oltre 2 000 euro di retta che tocca loro sborsare l’anno non è compresa la tessera del Partito Democratico.

Carmelo Albanese
Comitato Politico Regionale PRC- Sicilia

Related posts