ISTITUTO SUPERIORE “D. ALIGHIERI”_ ENNA SU RIFORMA ISTRUZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Liceo socio pedagogico, liceo scienze umane, liceo classico, liceo musicale. Il  personale docente e ATA dell’ istituto superiore “D. Alighieri”di Enna lo scorso  sabato 24 novembre ha aderito allo sciopero e  alla manifestazione indetta dalla Flc Cgil, ritenendo di dover dare voce al clima di dissenso che investe  ormai tutto il mondo della scuola a livello nazionale. Anche se Cisl -Uil- Snals e Gilda  hanno ritirato l’adesione allo sciopero, accontentandosi di promesse marginali rispetto alle rivendicazioni della categoria, il personale docente e non docente dell’Istituto Superiore “D .Alighieri”  ha deciso di mantenere lo stato di agitazione. Si è trattato, infatti, di un dietrofront poco chiaro e per niente accettabile. Evidentemente non si vuole ancora capire che la scuola pubblica va difesa come ultimo baluardo contro il pensiero unico che vorrebbe fare della scuola e quindi della conoscenza, un” prodotto di consumo” e come tale misurabile tramite i parametri delle leggi del mercato. Si parla così di insegnanti, ATA, fondi d’istituto come merce di scambio: meno ore di lavoro(da 24 a 18) allora meno soldi al fondo d’istituto delle scuole! Si confonde ciò che è materia contrattuale del rapporto di lavoro con ciò che è l’offerta formativa scolastica, mettendo  in antagonismo docenti e alunni,ATA e docenti e così via. Pertanto si ribadisce ancora una volta la volontà di bloccare questa spirale estorsiva nei confronti della scuola pubblica  rivendicando il diritto al rinnovo contrattuale che preveda l’adeguamento dei salari al costo della vita e non stravolga il rapporto di lavoro .Non è derogando le regole contrattuali che si risolve la crisi .In questa fase di dissenso si è solidali con gli studenti che stanno conducendo delle forme di occupazione organizzata degli istituti ,dimostrando sia responsabilità che coscienza della grave situazione in cui versa la scuola pubblica. Pertanto,si continuerà la protesta ricorrendo a forme di astensione da quelle attività che sono aggiuntive rispetto all’orario di servizio.    

Related posts