SCENA DEL CRIMINE E TRATTAMENTO DELLE VITTIME DI VIOLENZA SESSUALE “La nota criminologa Roberta Bruzzone ha incontrato i poliziotti della Questura di Enna

Si è svolto ieri presso la caserma della Polizia di Stato “Boris Giuliano”, un incontro tra gli agenti della Questura di Enna e rappresentanti nazionali dell’AISF (Accademia Internazionale di Scienze Forensi), ove sono stati trattati i delicati temi sul trattamento delle vittime di violenza sessuale e dei comportamenti da seguire sulla scena di un crimine.  L’incontro fortemente voluto dal Sig. Questore di Enna dott. Ferdinando Guarino, ha visto la partecipazione di numerosi poliziotti della Questura; madrina dell’evento è stata la nota criminologa dott.ssa Roberta Bruzzone, Presidente dell’AISF, la quale ha tenuto con i poliziotti un vero confronto sui comportamenti da seguire sulla “scena del crimine”, illustrando i protocolli di intervento, le modalità di investigazione scientifiche,  le tecniche e strategie per il repertamento delle tracce di violenza sessuale e la migliore gestione delle vittime adulte e minori. La dott.ssa Bruzzone, conosciuta in campo nazionale ed internazionale per essersi occupata come Consulente Tecnico di parte di casi di cronaca noti quali il delitto di Melania Rea, di Sara Scazzi e altri, ha sottolineato la grande importanza che riveste l’attuazione di un protocollo di intervento da parte dei sanitari sulla scena del crimine.
Altro tema principale è stato il protocollo operativo dell’intervento sanitario, presentato ed elaborato dall’infermiere forense e forensic examiner Tonino Pastro del locale Pronto Soccorso. Inoltre è intervenuta la Dott.ssa Letizia Galtieri, Medico Principale della Polizia di Stato e Medico Legale, la quale ha sottolineato l’importanza dell’intervento del Medico Legale sulla scena del crimine legato ai modi ed alla tempistica su cui si interviene. Inoltre al dibattito sono intervenuti il dirigente dell’Ufficio Volanti dott. Claudio Pucci, il dirigente della Polizia Stradale di Enna dott. Fabio D’Amore ed il dirigente del Commissariato di Piazza Armerina dott. Ferdinando Sardo . Gli uomini del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica hanno illustrato le tecniche da seguire sulla scena di un crimine illustrando agli agenti delle slide; hanno simulato una vera e propria scena teatro di un evento criminoso evidenziando le differenze  tra la scena primaria e quella successiva all’intervento degli operatori.
Il tema di grande attualità  “La Scena del Crimine” con i protocolli operativi tra Sanitari e Forze dell’ordine è la sfida dei nostri tempi, che mira a trovare moderne risposte tecniche, metodologiche e organizzative, volte a elevare costantemente gli standard qualitativi dell’attività di raccolta delle prove su qualunque tipologia di scena del crimine, rispondendo alle sempre più sentite aspettative di sicurezza della società civile e alle nuove esigenze del processo penale.  Il primo intervento, la prima percezione  della natura e gravità dell’evento, le prime attività sono di fondamentale importanza, affinché  la scena del crimine rimanga integra, e sia in grado di riflettere, come uno specchio, le caratteristiche principali del comportamento del colpevole e la sua firma.
L’incontro è stato di notevole importanza per gli uomini della Questura di Enna, i quali hanno potuto apprendere tecniche sempre più sofisticate e comportamenti da seguire affinchè la scena del crimine rimanga intatta.

About Post Author