NUOVO SEGRETARIO DEI PENSIONATI DELLA CGIL DI ENNA

Print Friendly, PDF & Email

E’ Sigfrido Fadda il nuovo segretario del Sindacato Pensionati della CGIL della Provincia di Enna. Lo ha eletto nelle tarda mattinata di oggi,  il comitato direttivo provinciale della categoria riunito in un noto locale di Pergusa sotto la direzione del segretario provinciale dell’intera CGIL Rita Magnano e del segretario regionale dei pensionati Giorgio Scirpa . Fadda succede ad Enzo Puglisi il quale ha retto il sindacato per due mandati come è previsto dalle regole della CGIL. Fadda, 66 anni, vanta un “cursus honorom” di tutto rispetto a seguito della lunga militanza dentro la CGIL: segretario provinciale della Scuola dal finire degli anni ‘70, segretario provinciale generale fino al 2004 quando fu avvicendato a seguito del compimento dei due mandati, responsabile del servizio immigrati, segretario della CGIL trasporti e del commercio.
Prima del suo pensionamento, per quattro  anni è mezzo, Fadda è tornato a lavorare al Comune di Enna dove è stato responsabile dell’Assessorato Comunale alle Politiche Sociali acquisendo notevole esperienza e competenza nell’ambito socio-assistenziale.
Nell’indirizzo di saluto rivolto al direttivo che lo ha eletto nuovo segretario, Fadda ha ricordato che  -“i più di 16 milioni di pensionati in Italia, con le loro pensioni, di fatto, stanno reggendo le sorti dell’economia del paese e costituiscono la più grande “industria” italiana, diffusa capillarmente su tutto il territorio nazionale. Di fronte alle casse integrazioni, alle mobilità ed alla disoccupazione crescente, le loro pensioni servono ad alimentare l’economia, sostengono il reddito dei figli e dei nipoti, sono dei consumatori molto appetibili tanto che altri paesi europei, quali la Grecia, stanno studiando strategie quali pesanti sgravi fiscali, per attrarli nel loro territorio”- .
L’incidenza delle pensioni sull’intero PIL nazionale, secondo i dati diffusi dall’ISTAT supera il 18% e nella nostra provincia questa percentuale sale vertiginosamente.
“Una incidenza sociale così pesante e sostanziosa, un contributo così significativo all’economia del paese, questa “industria” così grande ha concluso Sigfrido Fadda nel suo intervento, merita un’attenzione diversa verso gli anziani ed i pensionati. Basta con gli atteggiamenti pietistici, caritatevoli e da dame della carità che in continuazione si riservano ai pensionati. Una simile constatazione, merita comportamenti e tavoli di trattativa differenti,  una rappresentanza anche nella CGIL di Enna che conta più di 9,500 tesserati, impone da parte di tutti, a partire dalle istituzioni, un peso ed una considerazione differente rispetto al passato. In questa direzione il sindacato pensionati della CGIL intende cimentarsi da subito.”

Related posts