ENNA: Si è insediato il commissario straordinario dell’Ente SALVATORE CACCAMO.

Print Friendly, PDF & Email

Si è insediato ufficialmente stamane il Commissario straordinario della Provincia, il vice prefetto vicario, Salvatore Caccamo. Nel giorno del suo  52 esimo compleanno il commissario prefettizio avvia questa nuova esperienza che lo vedrà impegnato a gestire la delicata fase transitoria che, iniziata con la soppressione delle Province, dovrà concludersi con la costituzione dei Consorzi di comuni. E’ il quarto commissario prefettizio nella storia dell’Ente , l’ultimo risale al 1929. A fare gli onori di casa il direttore generale, Graziella Morreale, che si è intrattenuta in un primo colloquio formale con il Commissario per esaminare gli aspetti burocratici più urgenti.  Oggi il Commissario avrà un colloquio anche con l’ex presidente della Provincia, Giuseppe Monaco che di fatto  consegnerà il testimone. Tra le questioni più urgenti che il neo Commissario dovrà affrontare vi è certamente la chiusura del bilancio e quindi il reperimento dei trasferimenti regionali, ad oggi insufficienti per garantire i servizi e gli emolumenti ai dipendenti.  Questione che in veste di vice prefetto vicario, il Commissario Caccamo ha già affrontato presiedendo un incontro nelle scorse settimane  con le organizzazione sindacali e per la soluzione della quale oggi  mostra ottimismo .  “  Dai contatti intercorsi con i vertici degli assessorati regionali competenti abbiamo già avuto concrete rassicurazioni  e garanzie sul personale- ha  dichiarato il Commissario-  Nonostante ciò nei prossimi giorni ho già in programma di recarmi all’assessorato regionale al Bilancio per  verificare quanto rassicurato dal Governo regionale. Nel caso sarà necessario predisporre un emendamento per la variazione di bilancio mi attiverò in tal senso”.  Tra gli appuntamenti in agenda, già a partire dai primi giorni della prossima settimana, l’incontro con i dirigenti, con il personale,  con le organizzazioni sindacali e con il territorio .  Il Commissario adempierà compiti sia di competenza della Giunta che del Consiglio provinciale.

Related posts