Piazza Armerina: Operazione «Fight club» : arrestati giovani che, nel giorno della visita del Santo Padre avevano aggredito e rapinato un giovane gambiano

Print Friendly, PDF & Email

La Polizia di Stato, a conclusione di articolata e complessa attività investigativa – coordinata egregiamente dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna – ha eseguito tre misure cautelari – custodie cautelari agli arresti domiciliari– nei confronti di tre giovani di nazionalità italiana, indagati, a vario titolo, per rapina aggravata e lesioni aggravate perpetrate ai danni di un giovane gambiano, nonché uno di essi minacciato un altro extracomunitario per farsi consegnare dello stupefacente, fatti registratisi, all’interno della villa comunale di Piazza Armerina. I fatti si erano verificati lo scorso 15 Settembre, giorno della visita del Papa presso la città dei mosaici.  Le indagini, svolte dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Piazza Armerina in collaborazione con i colleghi a Squadra Mobile di Enna, e brillantemente coordinate dalla Procura di Enna, hanno consentito in breve tempo di ricostruire i fatti ed individuare i componenti del branco resisi protagonisti della vile e brutale aggressione.

Il Pubblico Ministero titolare delle indagini, valutati gli esiti dell’attività investigativa – esplicata, avanzava al G.I.P. presso il Tribunale di Enna richiesta di Ordinanza applicativa della custodia cautelare, che veniva accolta ed è attualmente in corso di esecuzione da parte dei poliziotti.

L’operazione, ha visto il coinvolgimento di decine di poliziotti del  Commissariato di P.S. di Piazza Armerina, della Squadra Mobile, della Polizia Scientifica e di altre articolazioni della Questura di Enna.

Related posts