Valguarnera: arresto per detenzione e spaccio di cocaina

Print Friendly, PDF & Email

Nel pomeriggio di venerdì scorso la Polizia di Stato ha tratto in arresto a Valguarnera (EN) perdetenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, del tipo cocaina, Natale SPERANZA, operaio, classe’85. L’arresto trae origine dall’implementazione dei servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dellospaccio di sostanze stupefacenti voluta dal Questore di Enna Dr. Antonino Pietro Romeo. In particolare, daun’attenta e scrupolosa attività di osservazione, gli uomini della Squadra Mobile di Enna – diretta dalV.Q.A. dr. Gabriele Presti e coordinata dal Comm. Capo dr. Emanuele Vaccaro – e del Commissariato di P.S.di Piazza Armerina – diretto dal Comm. Capo dr. Sergio Carrubba, nei giorni immediatamente precedenti,avevano notato movimenti sospetti nei pressi di un garage nel centro di Valguarnera, che portavano adipotizzare un’attività di spaccio nella zona.L’opera di osservazione, unitamente alla conoscenza del territorio degli operatori, consentiva diindividuare lo spacciatore in Natale SPERANZA, un giovane incensurato che lavora per una ditta dimanutenzione delle condutture dell’acqua.Grazie poi a minuziose perquisizioni di tutti i locali nella disponibilità dell’uomo, si rinvenivano 102grammi di cocaina per la cui detenzione lo SPERANZA veniva tratto in arresto.Nello specifico, gli investigatori, nel primo pomeriggio del 14 dicembre 2018, procedevano aperquisizione locale dell’abitazione dello SPERANZA. In tale contesto, occultata all’interno di una ciotolatrovata nella cucina, si rinveniva un involucro in carta stagnola, con al suo interno della sostanza in polveredi colore bianco, dalle caratteristiche della cocaina, poi accertato pesare, al lordo, gr. 1,42, sicuro fruttodell’attività di spaccio, nonché la somma circa 500 euro, in banconote di minore taglio.Accertato che lo SPERANZA aveva la disponibilità anche di un altro appartamento sito sempre aValguarnera Caropepe, nel prosieguo dell’attività, la perquisizione veniva estesa anche a detto locale edalle sue pertinenze.In loco , ed in particolare nella parte dello stabile ove insistono i garage condominiali, dentro unpozzetto per la raccolta delle acque del condominio, di fronte al garage nella disponibilità dell’arrestato, sirinveniva un bilancino elettronico perfettamente funzionante privo di coperchio e di marca, nonché unabusta in carta, avvolta da cellophane che si accertava contenere una scatola in cartone con all’interno, asua volta, un bilancino elettronico ed un involucro in plastica trasparente contenente della cocaina per unpeso lordo di gr. 100.90, nonché diversi ritagli di carta e plastica, utili per il confezionamento in dosi delladroga. All’esito dell’attività di polizia, grazie all’importante e precisa attività di repertazione e rilievosvolta dai poliziotti della Polizia Scientifica, il giovane veniva tratto in arresto e, come disposto dall’A.G.procedente, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, che coordina brillantemente leindagini nella persona del Sostituto Procuratore Dr. Orazio Longo, posto agli arresti domiciliari presso lasua abitazione.Nella giornata di ieri 17 dicembre 2018, l’arresto è stato convalidato dal G.I.P. presso il Tribunaledi Enna, nei confronti del quale la Procura Erea aveva avanzato la relativa richiesta.

Related posts