Rivoluzione nel Gran Corteo Storico di domenica 12 maggio: rivive l’incontro tra il Castellano di Castrum Johanni e Federico II

Print Friendly, PDF & Email

L’affascinante storia della città di Castrogiovanni (antica Enna) in epoca federiciana ha ispirato lo staff della Settimana federiciana, capitanato da Cettina Rosso (presidente della Casa d’Europa e ideatrice della manifestazione) a rivoluzionare la tradizione del gran corteo storico che chiude tutte gli eventi culturali e rievocativi di ispirazione medievale.

Il corteo in programma domenica 12 maggio si sdoppia, pur coinvolgendo come sempre l’intero centro storico di Enna e centinaia di figuranti in abiti d’epoca, molti dei quali arrivati da diverse città dell’Isola. Per tradizione, infatti, si era sempre organizzata una sfilata unica, dal quartiere Monte (zona nella quale ricade la Torre di Federico) al Castello di Lombardia. Quest’anno invece dalla Torre partirà l’imperatore e la sua corte (Federico II e la regina Costanza saranno interpretati da Orazio Cultreri e Mariagiovanna Pastorelli), mentre il Castellano di Castrum Johanni, Riccardo de Trentenaria (interpretato da Gaetano Libertino), prenderà il via dal Castello di Lombardia con la castellana (Maria Rosa Campisi) e il suo seguito.

“Una decisione dettata dai recenti documenti storici arrivati a noi e dalle ricerche degli esperti – spiega Cettina Rosso – se da un lato è stato accertato che Federico II ha scritto almeno una delle sue lettere proprio dalla Torre di Enna (dove la copia dello scritto è adesso in esposizione), d’altro canto vogliamo dare risalto alla figura storica del Castellano della città al quale stiamo dedicando anche un concorso per figuranti in abiti d’epoca che sta raccogliendo ottimi consensi”.

Nel cuore della città, cioè al municipio (teatro Garibaldi), avverrà l’incontro tra l’imperatore e il Castellano che consegnerà simbolicamente a Federico II le chiavi di Castrogiovanni, antico nome di Enna. 
La novità permetterà di organizzare la cerimonia conclusiva degli eventi della Settimana europea federiciana ennese proprio in piazza municipio, dove verrà allestito un palco per le esibizioni dei gruppi storici, degli artisti medievali, la premiazione del “Pallium Federico II” e del concorso nazionale “Il Castellano e la Castellana di Castrum Johanni” con premio in denaro per la coppia di figuranti che meglio raffigurerà la coppia, indossando con eleganza abiti di foggia storica riconducibili al periodo tra il 1.000 e il 1.400.

La figura del Castellano è stata messa in risalto da docenti e ricercatori esperti dell’università Kore di Enna nel corso di un convegno di storia medievale organizzato alla Torre di Federico durante la Settimana federiciana ennese 2018. Per iscriversi al bando, promosso per figuranti e gruppi storici non ennesi dalla Casa d’Europa, con il patrocinio del Comune di Enna e in collaborazione con la Proloco Proserpina, c’è tempo fino al 15 aprile. Per info e iscrizioni: federicianienna@gmail.com, 335.7559637. Bando scaricabile sul profilo Facebook Settimana Federiciana e su www.casadeuropaenna.it.

Related posts