LA COMPAGNIA DEGLI ARCIERI DEL CASTELLO ALLA DISFIDA DI S.FORTUNATO A TODI: UNA ESPERIENZA INDIMENTICABILE

Print Friendly, PDF & Email

Una esperienza indimenticabile. E’ quella che hanno vissuto i componenti della Compagnia degli Arcieri del Castello di Enna che da sabato 12 a lunedì 14 ottobre hanno avuto il piacere di “immergersi” in una delle più prestigiose manifestazioni medievali legate al tiro con l’Arco Storico ovvero la prestigiosa Disfida di San Fortunato a Todi. Un evento questo che richiama tantissime associazioni medievali di tutto il centro nord Italia con diverse centinaia di arcieri che partecipano sia alla competizione che al corteo storico. Ed il gruppo ennese, l’unico da Roma in giù ha avuto anche l’onore di avere il suo presidente Gaetano Campisi, prescelto come giudice di gara per il Palio dei Quartieri di sabato 12. Tutto ciò a conferma dei rapporti sempre più saldi tra le compagnie di arcieri di Enna e Todi ma anche delle stesse istituzioni, tanto che l’assessore al Turismo di Enna Francesco Colianni, presente alla trasferta in terra umbra e partecipato con tanto di costume medievale anche ai vari eventi in programma ha confermato che la strada per il gemellaggio ufficiale da le due cittadine è già tracciata. “Non possiamo che essere molto contenti e soddisfatti per questa nostra presenza a Todi – commenta Gaetano Campisi – ci onora essere stati invitati e quindi contribuire alla promozione della nostra città in terra umbra in eventi prestigiosi come la Disfida che si disputa in occasione dei festeggiamenti del santo patrono della città appunto San Fortunato”. Sono stati giorni molto intensi. La comitiva ennese ha anche avuto il piacere di visitare la città di Todi con tutte le sue bellezze la cripta di San Fortunato e Jacopo e da Todi. Ma anche di assistere al Palio dei quartieri vinto che ha visto come giudice di gara anche l’ennese Gaetano Campisi. Emozionante anche la partecipazione alla Cena Medievale del sabato all’interno del palazzo del Capitano oggi sede del Municipio di Todi. Un momento in cui gli oltre 200 commensali fanno un passo all’indietro nel tempo con tanto di musici e giullari; il tutto rigorosamente in abiti storici. E domenica il momento più importante con la Disfida di San Fortunato, svoltasi lungo i vicoli della città. Dopo il pranzo con tutti gli arcieri, si è svolto il corteo storico con il gruppo ennese il secondo, in ordine di sfilata, dopo Todi. Quando lo speaker che annunciava i vari gruppi storici (mille figuranti) ha detto : ” dalla lontana Sicilia, dalla Città inespugnabile di Enna, città gemellata con Todi, la Compagnia Arcieri del Castello”, è partito l’applauso di tutta la piazza gremita in ogni angolo. A seguire spettacoli di danza in piazza e di combattimenti tra cavalieri appiedati. Infine la processione degli arcieri e della Confraternita con i ceri di San Fortunato, portati a spalla fino alla chiesa omonima. La cerimonia si è conclusa nella cripta del Santo con la solenne benedizione alla presenza del Sindaco. Il giorno successivo al comune la cerimonia con l’incontro tra l’assessore Colianni ed il suo omologo di Todi per sancire ufficialmente che si va verso il gemellaggio. Il gruppo di Enna ha donato una stampa che riprende Castrogiovanni nel 1584, redatta da frà Jacopo Assorino. La cerimonia si è conclusa con la visita al Teatro Comunale e la promessa, del Sindaco tuderte Ruffiano, di essere a Enna in occasione del prossimo trofeo Maria SS. della Visitazione, di tiro con l’arco storico FITAST, il 4 e 5 Luglio 2020. Il sindaco ha detto che sarà già a  Enna il 2 luglio per la festa della Patrona, Maria SS. Della visitazione. La giornata si è conclusa al palazzo vescovile di Todi, con la presentazione del libro “Per fortuna che c’è Fortunato” di don Marcello Cruciani, parroco della cattedrale di Todi. Un libro per bambini a fumetti sui miracoli di San Fortunato. A fine serata a cena con il Presidente della Arcus Tuder Carlo Rellini e gli arcieri tudertini, con appuntamento per aprile 2020, quando si disputerà la prova di Campionato Italiano FITAST a Todi. Quindi un bilancio altamente positivo sia da un punto di vista agonistico sportivo ma ancor di più culturale, promozionale e turistico. “Siamo molto soddisfatti per questa trasferta – conclude Campisi – e ringraziamo tutti coloro che ci hanno sostenuto come l’amministrazione comunale rappresentata dall’assessore Colianni e tutti coloro che ci hanno seguito sui social. Ci auguriamo che nel nostro piccolo abbiamo contribuito, alla promozione della nostra bella Enna in giro per l’Italia”. Tutti coloro che volessero ammirare le foto della trasferta ennese a Todi lo potranno fare sia sulla pagina sociale che sul sito internet della Compagnia Arcieri del castello.


Related posts

Leave a Comment