Randagismo ad Enna: Bruno e Fussone chiedono “dimissioni dell’Assessore Scillia”.

Print Friendly, PDF & Email

Maurizio Bruno e Cesare Fussone tuonano contro l’Assessore Biagio Scillia in merito alla gestione del randagisno in città. Secondo i due consiglieri le attività portate avanti da questa amministrazione non hanno trovato una soluzione del problema”. “C’è un dato di fatto inconfutabilmente reale – continuano i due consiglieri – di cui ormai prendiamo atto: i costi del randagismo non diminuiscono, i cani detenuti nel canile sono controllati a campione e non con una approfondita indagine al fine di accertare la veridicità del costo, i cani randagi sono sempre più in giro, le cucciolate nascono e spesso muoiono, le adozioni dal canile non sono possibili per mancanza di notizie e materiale sui cani comprese le rispettive schede sanitarie”. Fussone e Bruno lamentano infine la mancata convenzione con l’ASP scaduta da due anni.


Related posts

Leave a Comment