Agira: Manno realizza un “controllo simbolico” delle onde elettromagnetiche per accendere i riflettori sul loro impatto nella vita dei cittadini

Print Friendly, PDF & Email

Le onde elettromagnetiche sono emanate dai cellulari, dai WI-FI, dalle antenne telefoniche, dai radar, dai cordless e altri dispositivi e sono molto probabilmente dannose per l’uomo. Non possiamo saperlo ancora con certezza, lo sapremo forse fra una decina di anni. Occorrer avere un comportamento responsabile consapevole dei rischi che si possono correre.  

Ad Agira, l’ ex presidente del consiglio comunale il dott. Luigi Manno, impegnato nel campo della tutela dei diritti,  ha provveduto ad effettuare un “controllo simbolico” per accendere i riflettori su una tematica di particolare attualità, anche per l’ impatto che le onde elettromagnetiche hanno nella vita quotidiana di tutti i cittadini.   

“La tematica delle onde elettromagnetiche deve farci seriamente riflettere – ha detto Luigi Manno – nei giorni scorsi grazie alla collaborazione gratuita di alcuni esperti del settore ho ritenuto opportuno effettuare un rilevamento delle onde elettromagnetiche in piazza Fortunato Fedele, una piazza al centro di Agira dove è allocato un impianto di telefonia mobile, un semplice modo per esercitare da cittadino il concetto di Cittadinanza attiva ma anche per evidenziare come il cittadino può avere un ruolo attivo all’ interno del contesto sociale su una tematica importante e sulla quale vale il principio della precauzione per gli effetti che può produrre sulla salute dell’ uomo.”  

Il rilevamento ha fornito dati non preoccupanti per la zona interessata, dalla rilevazione emerge “che i valori limite previsti dalla legge non sono superati. Infatti l’intensità di induzione magnetica è di 1, a fronte dei 3 previsti dalla normativa. Analogamente l’intensità di campo elettrico è 0,85 a fronte dei 6 previsti dalla normativa.

“Nonostante i dati confortanti – ha dichiarato Luigi Manno –  ritengo che sia opportuno che l’ amministrazione comunale si attivi per effettuare un monitoraggio su tutto il territorio comunale come ha fatto per esempio il comune di Troina coinvolgendo i soggetti istituzionalmente preposti al controllo, la salute dei cittadini é sacra e deve sempre essere tutelata, occorre attivarsi in tutti i modi per attivare controlli, screening medici e campagne informative soprattutto rivolte alle nuove generazioni, un’ attenzione particolare – conclude Manno – va rivolta anche alla nuova tecnologia 5G che si appresta ad esporre la popolazione a maggiori onde elettromagnetiche ”.

I campi elettromagnetici sono presenti ovunque nel nostro ambiente, ma sono invisibili all’occhio umano.

Solo di recente la comunità scientifica ha cominciato a studiare i possibili effetti nocivi dei campi elettromagnetici, distinguendo effetti di natura acuta (quando si manifestano a breve termine) e cronici (quando possono manifestarsi, anche dopo lunghi periodi di latenza, come conseguenza di esposizioni a livelli bassi di campo elettromagnetico per periodi prolungati).

Se per gli effetti a lungo termine dei campi elettromagnetici sulla salute la comunità scientifica non ha ancora trovato indicazioni convincenti, per gli effetti di natura acuta è stato accertato che si verificano solo al di sopra di determinati livelli (soglie) di esposizione. Oltre alle sorgenti naturali, lo spettro elettromagnetico include anche i campi generati dalle sorgenti create dall’uomo. 

(Visited 1 times, 1 visits today)

Related posts

Leave a Comment