Lo scrittore e poeta Mario Antonio Pagaria, selezionato, nell’ambito del “Premio Internazionale CET – Autori di Mogol- per l’inserimento di una sua poesia dal titolo “Mare d’amore”

Print Friendly, PDF & Email

Lo scrittore e poeta Mario Antonio Pagaria, è stato selezionato, nell’ambito del “Premio Internazionale CET – Autori di Mogol- per l’inserimento di una sua poesia dal titolo “Mare d’amore” nell’omonima raccolta antologica curata da Aletti Editore e con l’introduzione dello stesso Mogol. La poesia è una metafora della vita con i suoi crucci, comparata alla furia del mare d’inverno che, il poeta ama tantissimo, poiché rispecchia la propria personalità combattuta tra il bene e il male e il suo profondo malessere scaturente dall’essere stato costretto a vivere in un ambiente provinciale dal quale sta per andar via. Il libro sarà pubblicato e posto in vendita nel febbraio del 2020. Il poeta parteciperà probabilmente, prossimamente . anche ad un seminario di scrittura, che avrà come relatore Mogol e Aletti. “Sono felice per questo riconoscimento- dice Mario Antonio Pagaria- perché so, di non sapere”.

Mare d’amore

Preludio di tempesta
la nube infame
azzurro toglie al mare
che verde di speranza si trasforma
e il sole già nascosto
di te ancor mi parla
lontana dai miei occhi
e colpi al cuor m’infligge
come della sua
onda lo sciabordare
su pietre dure
d’eterna tempesta forgiate
che impietosa s’infrange

Ora gli alcioni in tanta
coltre grigia
non posano più

Poi mentre un raggio forte
i cumuli disperde
fendendo la tenebra
il campanile suona a laude
e l’acque chete s’apprestano a tornare
le onde volitive portate dal vento
distesa cedono
all’arpeggio di sirena
melodico suono
cui lieto mi abbandono

Un pelago d’amore
su cui giulivo torna a navigare
il pescatore al focolare atteso
con le sue reti piene
di pesce da mangiare
di pesce da gettare

Mario Antonio Pagaria

(Visited 1 times, 1 visits today)

Related posts

Leave a Comment