Confartigianato: chiede l’adozione di misure tampone come ammortizzatori sociali.

Print Friendly, PDF & Email

L’estensione al tutto il territorio nazionale delle misure di contenimento e contrasto del virus Covid-19 tramite il Dpcm del 9 Marzo 2020, costituisce una misura necessaria ma che impatterà notevolmente sulla economia dei territori – dichiara Peter Barreca, Presidente prov.le di Confartigianato Imprese Enna.

La sospensione e le limitazioni imposte alle attività produttive rendono necessario nel brevissimo termine, l’adozione di misure tampone come ammortizzatori sociali, versamenti posticipati, rinvio delle scadenze fiscali e dei pagamenti che Pmi, autonomi e professionisti non sono in grado di rispettare, a cui sarà necessario associare interventi che, a pericolo cessato, siano in grado di rilanciare l’economia.

Siamo in attesa di provvedimenti economici concreti da parte del Governo e del Parlamento, Confartigianato Imprese, che tocca con mano quotidianamente le crescenti difficoltà del mondo produttivo, sta lavorando a tutti i livelli avanzando proposte per salvaguardare il tessuto produttivo e proteggerlo da una crisi che rischia di essere devastante, continua Barreca.

In attesa di aggiornamenti e novità sull’emergenza Covid-19, Confartigianato Imprese Enna sarà a disposizione di tutte le imprese che avessero la necessità di ottenere chiarimenti in merito alla questione, ovviamente raccomandiamo a tutti il rispetto l’adozione dei comportamenti e delle misure previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri affinché sia possibile superare al più presto questo difficile momento.

Related posts