GIARRIZZO (M5S): 1 MILIONE E MEZZO DI EURO CIRCA ALLA PROVINCIA DI ENNA PER IL SOSTENTAMENTO ALIMENTARE DEI CITTADINI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE

Print Friendly, PDF & Email

“L’ultimo DPCM del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte anticipa immediatamente quattro miliardi e trecento milioni per incrementare il Fondo di Solidarietà dei Comuni. Sono stati stanziati, inoltre, 400 milioni per far fronte alle situazioni di emergenza sociale. Somme messe a disposizione dei Comuni di tutta Italia, sin da subito, per il sostentamento alimentare dei cittadini in difficoltà economiche, in forma di buoni spesa e generi alimentari di prima necessità”. Così, il deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Giarrizzo fornisce i dettagli per i comuni dell’Ennese relativamente alla ripartizione dei 400 milioni. 

“Per la provincia di Enna, – afferma il parlamentare Cinquestelle – sono previsti per l’esattezza 1.492.577,26 di euro, così ripartiti per ciascun comune: Agira: 80.829,05; Aidone: 46.836,31; Assoro: 48.245,21; Barrafranca: 130.101,96; Calascibetta: 37.748,33; Catenanuova: 46.255,09; Centuripe: 52.538,52; Cerami: 18.736,85; Enna: 189.881,21; Gagliano Castelferrato: 30.552,62; Leonforte: 126.161,86; Nicosia: 121.382,69; Nissoria: 28.576,49; Piazza Armerina: 190.186,66; Pietraperzia: 66.643,80; Regalbuto: 69.414,10; Sperlinga: 6.867,14; Troina: 83.254,31; Valguarnera Caropepe: 74.109,50 e Villarosa: 44.255,56.

“Sono in costante contatto e collaborazione con diversi sindaci, – continua Giarrizzo – le Forze dell’Ordine e tutti i soggetti coinvolti da quando è iniziata l’emergenza Coronavirus, così anche con l’ASP, la Protezione Civile e il Governo nazionale e regionale. Sono sicuro che le amministrazioni comunali avranno cura di gestire questa boccata d’ossigeno per i cittadini ed io non cesserò di essere presente per nessun motivo. L’emergenza si combatte tutti insieme, istituzioni e cittadini”.

“Voglio esprimere la mia massima solidarietà, vicinanza e stima – va avanti il deputato – a tutti i cittadini che stanno resistendo e collaborando in maniera esemplare per preservare se stessi e gli altri, anche rimanendo a casa ed osservando tutte le regole. Ringrazio, anche, tutti i lavoratori che ogni giorno, senza batter ciglio, escono da casa per recarsi sul luogo di lavoro, garantendo così beni di primaria necessità ai concittadini. Ringrazio chi ogni giorno lavora sul campo, con grande spirito di servizio, così i medici, gli infermieri, il personale sanitario a vario titolo, gli operatori del 118, i farmacisti. Sento giornalmente il direttore generale dell’Asp per coordinarci, per capire qual è la situazione e per garantire il mio totale supporto. E, ancora, ringrazio le Forze dell’Ordine, le Associazioni, le Istituzioni, le autorità religiose e i singoli cittadini che prestando servizio, cucendo mascherine, facendo donazioni o semplicemente mettendosi a disposizione della comunità, stanno, di fatto, regalando una dose in più di speranza alle persone che in questo momento ne hanno bisogno. E infine, voglio esprimere la mia massima vicinanza a chi sta soffrendo e il mio cordoglio a chi ha visto sottrarsi i più cari affetti”.

“Il Coronavirus – conclude Giarrizzo – è il più grande avvenimento del dopoguerra che sta mettendo a dura prova tutto quello che ci circonda nella nostra vita quotidiana. Dobbiamo rimanere uniti, mettere da parte rancori e divergenze e collaborare insieme per superare questo difficile momento. Mi rivolgo a politica, media locali e tutti coloro che responsabilmente vogliono fare tesoro di queste parole. Concludo citando una frase del nostro Presidente Conte che rimarrà nella storia ma che per adesso dobbiamo rendere nostra con la massima responsabilità: “Rimaniamo distanti oggi per abbracciarci più forti domani”.

Related posts