FOCOLAIO OASI TROINA, PROCURA ENNA APRE FASCICOLO IPOTESI OMICIDIO ED EPIDEMIA COLPOSI. GIARRIZZO (M5S): DOVEROSO FARE LUCE,

Print Friendly, PDF & Email

E’ doveroso fare luce su quanto accaduto, per questo motivo accolgo con favore la notizia del fascicolo appena aperto dalla procura di Enna per le ipotesi di omicidio colposo ed epidemia colposa, riguardo la diffusione del Covid 19 all’interno dell’Irccs Oasi Maria Santissima, al momento contro ignoti. Non a caso, già due settimane fa, ho depositato un’interrogazione alla Camera rivolta al Ministero della Salute, per porre massima attenzione sulla provincia di Enna, notando, appunto, che la situazione era e resta molto delicata e necessita di massimo interesse anche da parte delle Istituzioni”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Giarrizzo che sta seguendo da vicino tutta la questione dell’emergenza coronavirus in provincia di Enna e ha trasmesso a tutti gli organi e le istituzioni preposte numerose segnalazioni di criticità dal territorio. 
“L’informativa sull’Oasi, dove ad oggi, purtroppo, si registrano 4 morti e più di 160 contagi tra ospiti e medici, infermieri, ausiliari e personale amministrativo, – continua il parlamentare Cinquestelle – è stata depositata questa mattina dalla squadra di Polizia giudiziaria, delegata dal procuratore capo di Enna, Massimo Palmieri al quale va il mio ringraziamento per il lavoro che sta svolgendo in queste difficili settimane”. 
“Un‘emergenza nell’emergenza, – conclude Giarrizzo – che colpisce una struttura particolarmente sensibile, trattandosi infatti di un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico per il ritardo mentale e l’involuzione cerebrale senile. Reputo assolutamente doveroso che vengano fornite risposte ai familiari e all’intera comunità troinese, oltre che ai cittadini di tutta la provincia di Enna; è giusto che, qualora vi fossero delle responsabilità, queste vengano accertate e si prendano dunque le dovute misure. La mia attenzione resta massima perché il territorio e i cittadini meritano di essere tutelati e garantiti”.

Related posts