Vince il Morgantìnon d’Oro l’olio “Agrestis IGP Sicilia” dell’azienda Agrestis Soc.Coop. Agric. di Buccheri

Print Friendly, PDF & Email

I vincitori del concorso regionale Мοργαντίνων–Morgantìnon degli oli extravergini d’oliva siciliani. Organizzato dall’Ente di Sviluppo Agricolo, in collaborazione con il Libero Consorzio Comunale di Enna. Anche in tempo di Covid-19 e nonostante le ristrettezze imposte dalle norme vigenti è stata definita la graduatoria dell’ottava edizione del concorso regionale Мοργαντίνων–Morgantìnon degli oli extravergini d’oliva siciliani. Organizzato dall’Ente di Sviluppo Agricolo, in collaborazione con il Libero Consorzio Comunale di Enna, è l’unico concorso che svolge nell’Isola per gli oli extravergini d’oliva prodotti nel territorio regionale. Sono stati 92 i campioni esaminati  provenienti dalle aziende olivicole di tutte le province siciliane per la prova delle analisi sensoriali e chimico-fisiche. Quest’anno a fare la parte del leone alcune aziende della Sicilia sud orientale in particolare della zona del ragusano, siracusano e catanese, favorite anche da buon andamento climatico che ha consentito di fare la differenza e di ottenere un prodotto di altissima qualità. A vincere il Morgantìnon d’Oro è stato l’olio “Agrestis IGP Sicilia” dell’azienda Agrestis Soc.Coop. Agric. di Buccheri. Lo stesso olio sì è aggiudicato anche il primo premio della sezione IGP Sicilia, mentre l’olio denominato “Monte Etna DOP” prodotto dall’azienda Romano Vincenzo & C s.a.s.  di Bronte si è aggiudicato il primo premio della sezione DOP Monte Etna. L’olio “Antica Proprietà Tomaselli ” prodotto dall’Azienda Agricola Vincenzo Signorelli di Ragalna si è aggiudicato il primo premio della sezione Miglior Olio (convenzionali). Per quanto riguarda la sezione Miglior Olio Bio il primo premio è andato all’olio “Primo Bio” dei Frantoi Cutrera s.r.l. di Chiaramonte Gulfi. Il primo premio della sezione DOP Monti Iblei va all’olio “Primo DOP” anch’esso prodotto da Frantoi Cutrera s.r.l. Particolarmente soddisfatto il consigliere del CDA dell’ESA  Giosuè Catania ” la manifestazione- commenta-  anche quest’anno ha centrato l’obiettivo quello di valorizzare il legame tra le ricchezze culturali ed archeologiche di chiara fama mondiale come  Morgantina  ed Aidone e la sua Dea e la migliore espressione delle eccellenze agroalimentari, ove spicca l’olio, come ambasciatore della qualità e dell’alto contenuto nutrizionale molto apprezzato dai consumatori. Doveroso il ringraziamento al Comune di Aidone per la completa disponibilità evidenziata in ogni momento del concorso”. Un risultato ottenuto anche grazie alla sinergia istituzionale avviata con il Libero Consorzio Comunale di Enna impegnato nella qualificazione e valorizzazione del comparto olivicolo delle aree interne, comparto che rappresenta storicamente un segmento trainante per l’economia dell’ennese. ” Il rapporto di collaborazione sottoscritto con l’Esa- dichiara il commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Enna, Girolamo Di Fazio-  ha trovato terreno fertile in quando entrambi i partners proseguiamo nella stessa direzione riconoscendo nel patrimonio varietale olivicolo la potenzialità per lo sviluppo del comparto. In questo ambito la ricerca svolge un ruolo fondamentale. Il prossimo obiettivo congiunto sarà, infatti, mettere in rete i due campi di germoplasma siciliani, Zagaria internazionale e di Carboj a collezione siciliana. E’ importante soprattutto in questo particolare momento accendere i riflettori sulle eccellenze siciliane per favorire la ripresa economica delle aziende agricole. Viste le finalità l’auspicio – conclude Di Fazio – è potenziare il concorso attraverso una maggiore visibilità anche in campo nazionale”. Il Concorso – ha spiegato il responsabile SOPAT di Valguarnera, Dario D’Angelo – è un appuntamento ormai consolidato che rappresenta una sana competizione tra le aziende impegnate a conquistare sempre più spazi di mercato”.             ​


(Visited 1 times, 1 visits today)

Related posts

Leave a Comment