INAUGURATA NELLA SEDE DELLA BANCA D’ITALIA UNA INTERESSANTE MOSTRA DI URBANISTICA E ARCHITETTURA AD ENNA NEGLI ANNI TRENTA DENOMINATA “LA CITTA’ AUREA” di Salvatore Presti

Print Friendly, PDF & Email

Riapre, dopo 12 anni, il portone dell’edificio della Banca d’Italia di Enna. Con la cessazione dei servizi d’Istituto, avvenuti nell’ottobre del 2008, il palazzo è stato avvolto fino ad ora nel “cellophane”. L’occasione dell’apertura dell’immobile si è avuta il 25 giugno scorso a seguito dell’inaugurazione della mostra “La Città Aurea – Urbanistica e Architettura a Enna negli Anni Trenta”, visitabile fino al 26 luglio 2020. Nella nostra città la Banca d’Italia chiuse i suoi sportelli dopo 80 anni dall’inaugurazione avvenuta il 2 luglio del 1928 a seguito di delibera dell’Istituto del 28 maggio dello stesso anno, a poco meno di due anni dell’elevazione di Enna a capoluogo di provincia. L’edificio fu inaugurato il 25 gennaio 1940 con il trasferimento degli uffici e sportelli prima operanti in via Roma, nel palazzo di proprietà della famiglia Milazzo. La banca edificò la propria sede su un terreno donato dal Comune nel 1935, facente parte di una vasta area espropriata per dare attuazione al piano urbanistico denominato “Nuovo Centro Cittadino” progettato dall’Architetto Caronia. Vennero edificati il Palazzo del Governo, il Palazzo delle Corporazioni (Camera di Commercio), il Palazzo Incis (edilizia per gli impiegati dello Stato) e, negli anni Cinquanta, il Palazzo della Questura. Nel 1942 la Banca d’Italia acquistò “a giusto prezzo” dall’amministrazione comunale il terreno retrostante lo stabile creandovi un giardino con rigoglioso verde ed alberi d’alto fusto. Fu l’ingegnere Rocco Giglio a firmare il progetto dell’edificio inaugurato nel 1940. L’ing. Giglio, dell’ufficio tecnico della Banca d’Italia, si occupò della progettazione e realizzazione di diverse sedi della Banca in Sicilia e nel resto d’Italia. La mostra è stata allestita con il contributo e gli auspici della Regione Siciliana, Dipartimento regionale BB.CC, Soprintendenza BB.CC. di Enna, Archivio di Stato e Archivio storico comunale di Enna e la collaborazione di Enti pubblici locali e regionali. (nella foto: la facciata del palazzo della Banca d’Italia) Visite: tutti i giorni dalle 9,30 alle 13,00

Salvatore Presti

(Visited 1 times, 1 visits today)

Related posts

Leave a Comment