Enna: 1600 lumini accesi in centro storico, in segno di protesta.

Print Friendly, PDF & Email

Sabato iniziativa di imprese e Partite IVA Enna 1600 lumini, uni per ogni impresa iscritta nel capoluogo stanno installati sabato 31 ottobre dalle ore 18 davanti al Tetro Garibaldi a volere simboleggiare l la condizione delle imprese ennesi.E’ l’idea promossa dal Comitato Partite Iva Ennesi e dalle Associazioni di Categoria: CNA, Confartigianato, Confcommercio, CIA, Casartigiani e CIDEC che vogliono sensibilizzare l’opinione pubblica sul difficile momento che vive il tessuto produttivo ennese, attraverso una scena suggestiva e drammatica tanto quanto il momento attuale.“Siamo sul filo, e gli scenari futuri rischiano di spegnerci da un momento all’altro – dichiarano i promotori dell’iniziativa – Dietro le nostre imprese ci sono lavoratori, fornitori e un indotto importante da salvaguardare con azioni concrete che vanno dai provvedimenti del Governo alle azioni che ognuno di noi può compiere continuando a sostenere il territorio acquistando prodotti locali. “E’ necessario che ciascuno comprenda che una impresa in difficoltà è un problema che coinvolge tutta la comunità – continuano gli organizzatori – Già la quarantena di marzo e aprile ci ha messo a dura prova. La fine della quarantena ci ha obbligati a sostenere spese per adeguarci al periodo che stiamo vivendo, ed ora, con le spese sostenute ancora non metabolizzate, ci ritroviamo a dover fare i conti con limitazioni, regole ed obblighi che ci porteranno inevitabilmente alla chiusura.”Sarà una iniziativa pacifica. Senza creare disagi ne assembramenti. Non è prevista la presenza di manifestanti ma la sola installazione.“Vogliamo che sia l’iniziativa di tutti e che segni il riscatto del tessuto imprenditoriale che tiene accesa la luce della speranza”

Related posts