Disturbo post traumatico da stress. L’OMS pubblica una guida e le università di Enna e Verona la traducono in italiano.A capo del team il prof. Presti della Kore.

Print Friendly, PDF & Email

“Fare ciò che conta nei momenti di stress” è il titolo della guida dell’Oms, Organizzazione mondiale della sanità, la cui pubblicazione in lingua italiana è stata curata dalle università di Enna Kore e di Verona. La stessa analizza come affrontare il disturbo post traumatico da stress, oggi particolarmente presente in piena emergenza Covid-19 su l’intero comparto sanitario, medici e paramedici. Una categoria che dallo scorso febbraio, si trova in trincea per occuparsi del trattamento clinico dei contagiati da Coronavirus. A volte, purtroppo, loro stessi si sono trasformati in pazienti da curare, in moltissimi altri casi hanno dovuto ricorrere al sostegno psicologico per continuare ad operare. La guida, nella sua stesura originale, è stata proposta dall’australiano Russ Harris e pubblicata dall’Oms. La scrittura in italiano arriva adesso grazie alla traduzione del testo con corredo audio ad opera dei due atenei di Enna e Verona. A coordinare il team che ha lavorato alla nuova versione è stato il prof. Giovambattista Presti, responsabile del corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche della Kore, già presidente mondiale dell’ACBS, Association for Contextual Behavioral Science. Lo studio si propone di contrastare il disturbo post traumatico da stress attraverso un percorso impiantato sull’ACT, Acceptance and Commitment Therapy, in sintesi l’utilizzo della terapia cognitivo comportamentale di terza generazione. Tale metodo di cura è tra i più applicati nel contrasto al dolore cronico. La guida, a Verona, è stata attenzionata dal prof. Corrado Barbui, ordinario di Psichiatria, il cui dipartimento è centro di collaborazione dell’Oms. Per gli interessati è bene specificare che la guida, già  disponibile in 13 lingue, può essere scaricata gratuitamente dal sito dell’Organizzazione mondiale della sanità alla pagina https://www.who.int/publications/i/item/9789240003927
Paolo Di Marco

Related posts