Lunedì mattina scuole di Enna in festa per i premi “Edoardo Fontanazza” e “Rocco Lombardo”

Print Friendly, PDF & Email

Si svolgerà alla Galleria civica a partire dalle 10 la manifestazione che era prevista a maggio per la Festa dell’Europa. Il concorso quest’anno ha per tema la diversità e i diritti umani, sociali e ambientali a confronto. Tutte gli studenti partecipanti hanno presentato lavori multimediali. Premiazioni, menzioni speciali, consegna di targhe e anche un breve recital.

Si terrà lunedì 11 ottobre in Galleria civica a partire dalle 10 la manifestazione delle scuole che era in programma lo scorso maggio, in occasione della Festa dell’Europa.

Sarà comunque festa per gli studenti che hanno partecipato al Premio per l’Europa “Edoardo Fontanazza 2021”, rivolto al primo e secondo ciclo di istruzione e al premio speciale “Rocco Lombardo” che andrà allo studente o al gruppo di allievi che si sono particolarmente distinti per meriti di approfondimento nell’ambito della ricerca storica federiciana.

La manifestazione organizzata dalla Casa d’Europa, in collaborazione con il Centro studi “Federico II di Svevia” di Enna in seno alla Settimana europea federiciana, vedrà la presenza dello staff federiciano, autorità locali, dirigenti scolastici e i familiari di Edoardo Fontanazza e di Rocco Lombardo. A condurre sarà la giornalista Mariangela Vacanti.

A guidare le premiazioni sarà la giuria dei due premi composta da Maria Renna (coordinatrice delle scuole per la Settimana federiciana), Adelia Martorana (pedagogista), Piera Giulia Camiolo (docente in pensione), con la supervisione di Cettina Rosso, presidente della Casa d’Europa.

Previsto un breve recital su tema federiciano a cura degli studenti della scuola media De Amicis guidati dalle docenti Filippa Ilardo e Antonella Potenza.

Il premio per l’Europa “Edoardo Fontanazza”, che gode del patrocinio del comune di Enna, quest’anno ha per tema: “Unità nella diversità. La Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione europea e le Costituzioni di Melfi di Federico II: diritti umani, sociali ed ambientali a confronto”. Nel bando è riportata una precisa norma firmata dall’imperatore Svevo nelle Costituzioni di Melfi rivolta ai sudditi del Regno di Sicilia: “Noi Federico II Imperatore […] disponiamo che sia preservata la salubrità dell’aria la quale deve mantenersi pura per volontà divina, con l’attenzione della Nostra Cura. Ordiniamo che a nessuno sia permesso di mettere a macerare il lino o la canapa nelle acque a meno di un miglio da una città o un castello. Vietiamo che nelle acque siano gettate sostanze nocive o erbe velenose sotto la pena dei lavori forzati per la durata di un anno”.

Ad aderire ai premi, esclusivamente con elaborati multimediali, sono stati studenti di diverse classi della scuola media dell’istituto comprensivo Neglia-Savarese, gruppi di alunni del liceo classico dell’istituto d’istruzione superiore Napoleone Colajanni, studenti della scuola media dell’istituto comprensivo De Amicis e allievi dell’istituto professionale statale Federico II. Oltre alle scuole citate, alla mattinata di lunedì saranno presenti anche un gruppo di ragazzi del liceo musicale Colajanni.

A tutti i partecipanti e a tutte le scuole saranno conferiti attestati di partecipazione e targhe.

“La premiazione delle scuole ennesi che hanno preso parte al premio per l’Europa – spiega Cettina Rosso – vuole ricordare la Festa dell’Europa che vogliamo tornare a festeggiare il prossimo maggio, come da tradizione. Anche se in una data diversa, non abbiamo voluto rimandare l’appuntamento con gli studenti perché la loro partecipazione è il senso profondo di tutto il nostro impegno”.

Oltre ai premi in denaro, gli elaborati selezionati avranno garantito uno spazio di visibilità nella sala didattica riservata alla Settimana federiciana all’interno del museo multimediale Stupor Mundi di Jesi.

Related posts