“CERAMICA A MODO MIO”: SERENA SUFFIA RACCONTA LA SUA PASSIONE PER LA CERAMICA

Print Friendly, PDF & Email

Serena Suffia, classe 1990, giovane mastra ceramista, ha deciso di aprire la sua bottega ad Aidone. La sua avventura nell’arte della ceramica comincia da autodidatta.

La giovane, da circa un decennio si è avvicinata con grande passione alla creazione di oggetti. Il suo interesse per la ceramica, nasce ai tempi del Liceo, quando grazie ad un corso estivo scoprì una tradizione antichissima, quella della lavorazione della ceramica, “che riempì -commenta Serena – la mia vita di colore. Dopo la maturità ho cercato di soddisfare subito la mia voglia di realizzare manufatti, cominciando a lavorare l’acrilico”. Dopo qualche anno Serena con grande sacrifici acquista il suo primo forno e dopo tre anni chiede il prestito d’onore che gli ha permesso di tramutare quella che era una grande passione in un lavoro vero e proprio.
“Ad Aidone – ci racconta Serena – non c’è una tradizione della ceramica, quindi ho dovuto farmi strada da sola, mettendo alla prova varie tecniche di realizzazione che mi hanno permesso di accrescere sul campo le mie conoscenze del settore ed arrivare dopo anni di sperimentazioni ad uno stile del tutto personale”.

“La mia arte e i miei decori si differenziano rispetto ai maestri ceramisti di Caltagirone. La mia è una ceramica a modo mio, slegata completamente dagli stereotipi classici, ma riesco anche a soddisfare pure le esigenze dei clienti che mi chiedono un prodotto più tradizionale. Nella mia arte rifletto i colori della vita e della positività”

Serena Suffia nel corso di questi anni ha ricevuto tantissimi riconoscimenti da parte di vari enti per cui ha anche lavorato, tra cui l’Esercito Italiano , Lyons, Rotary, Marina Militare, l’aeroporto di Palermo, grazie al prodotto esportabile i suoi clienti si trovano in tutta la Sicilia. Tra i progetti futuri Serena spera di creare un sito e-commerce pur volendo mantenere un prodotto di nicchia e di alta qualità.

Mario Barbarino

Related posts