Parco Minerario di Floristella-Grottacalda; “presto un campus/polo didattico e accademico sui beni culturali presso il Palazzo Pennisi”.

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente dell’Ente Parco Minerario Floristella – Grottacalda Piero Patti, il Consiglio di Amministrazione e il Direttore Claudia Cozzo esprimono apprezzamento e soddisfazione per la visita, effettuata il 13 dicembre presso il Parco, dell’Assessore ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana Alberto Samonà e per la volontà di rilancio dell’Ente comunemente espressa dall’Assessore Regionale e dal Consiglio di Amministrazione.
Interventi di viabilità interna, impiantistica e politiche del personale, sono stati i temi dell’incontro, all’interno della più ampia cornice della valorizzazione turistica e culturale del territorio e le reti di collaborazione tra Enti locali e Regione. Significativa è la volontà emersa di creazione di un campus/polo didattico e accademico sui beni culturali presso il Palazzo Pennisi, museo e centro didattico in convenzione con le università siciliane.
La visita è iniziata con la partecipazione dell’Assessore Samorà al Consiglio di Amministrazione dell’Ente, che ha visto presenti oltre al Presidente e al Direttore, il Commissario del Libero Consorzio Comunale di Enna Girolamo Di Fazio, il Sindaco di Piazza Armerina Antonino Cammarata, l’assessore Serena Raffiotta del Comune di Aidone, l’assessore Dante Ferrari del Comune di Enna. Ha partecipato Nicola Neri, componente del Consiglio di Amministrazione, Soprintendente ai BBBCC di Enna e già Commissario del Parco, col quale il Consiglio di Amministrazione ha individuato un percorso per il completamento di Palazzo Pennisi.
L’Assessore Samonà ha sottolineato la valenza strategica del Parco Minerario di Floristella-Grottacalda, nel quadro della rete dei parchi europei di archeologia industriale, nonché del comprensorio di Enna, Piazza Armerina, Aidone e Valguarnera.

Related posts