Di mummie anime e cripte. Archeologia della morte in Sicilia Incontro con l’antropologo Dario Piombino-Mascali

Print Friendly, PDF & Email

Si intitola Di mummie, anime e cripte. Archeologia della morte in Sicilia l’incontro con l’antropologo e paleopatologo Dario Piombino-Mascali che si terrà sabato 18 dicembre alle 17 al Museo Archeologico Regionale di Aidone nell’ambito del progetto Aidone Città che Legge 2020/2021, a cura dell’Assessorato al Patrimonio Culturale del Comune di Aidone.
Un itinerario che si snoderà attraverso la storia del trattamento dei defunti in Sicilia tra Sei e Novecento, concentrandosi in particolare sul culto, assai suggestivo ma ormai quasi scomparso, delle anime del Purgatorio. Nel corso dell’incontro è prevista anche una visita guidata d’eccezione riservata ai partecipanti: allestito all’interno di un antico convento cappuccino del Seicento, il museo è infatti custode di una cripta, mai aperta al pubblico, che in questa occasione potrà essere visitata in esclusiva.
Accolto da Liborio Calascibetta, direttore del Parco archeologico di Morgantina e della Villa romana del Casale, da Sebastiano Chiarenza, sindaco di Aidone, da Maria Rosaria Restivo, presidente dell’Ecomuseo I semi di Demetra e da Serena Raffiotta, assessore comunale al Patrimonio culturale e al Turismo, Dario Piombino-Mascali parlerà anche delle strutture ipogee chiamate colatoi, delle loro funzioni e dei processi che conducevano alla conservazione dei corpi. L’incontro è patrocinato dall’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana diretto da Alberto Samonà, dall’Associazione Nazionale Archeologi – ANA e dall’Associazione Nazionale Professionisti Italiani di Antropologia – ANPIA. In rappresentanza delle due associazioni che hanno concesso il patrocinio all’evento interverranno l’archeologo Andrea Arena, socio ANA, e l’antropologa Valentina Rizzo, socio ANPIA.
Dario Piombino-Mascali (Messina, 1977) è antropologo dell’Università di Vilnius. Si è specializzato nello studio delle mummie. Ha insegnato e condotto ricerche negli atenei di Messina, Catania, Cranfield, Oxford e Tartu; ricopre il ruolo di conservatore scientifico delle Catacombe dei Cappuccini di Palermo e dal 2011 è ispettore onorario per i beni culturali della Regione Siciliana. “Lo spazio di un mattino”, edito dalla Dario Flaccovio, è il suo ultimo libro, dopo “Il maestro del sonno eterno” (La Zisa Edizioni) e “Le catacombe dei Cappuccini. Guida storico-scientifica” (Edizioni d’arte Kalós).

Related posts