Enna: rievocazione storica a Fundrisi

Print Friendly, PDF & Email

Terzo giorno di eventi europeisti e medievali, domani, a Enna per la sedicesima edizione della Settimana europea federiciana.

Mercoledì 11 maggio alle 18 si parte con una rievocazione storica nell’antico quartiere di Fundrisi, dove l’imperatore Federico II farà simbolicamente il suo ingresso in città dalla porta di Janniscuru. Al suo arrivo, renderà omaggio alla Madonna dell’Indirizzo venerata nella chiesa di San Bartolomeo, dove il parroco don Sebastiano Rossignolo accoglierà figuranti e staff federiciano e farà una speciale benedizione e un’omelia. Il coro “Beato Girolamo De Angelis” eseguirà la Salve Regina.

Assieme alla sua corte, i tamburi de U Pupulu, i rappresentanti degli otto quartieri storici, l’imperatore e il suo seguito si sposteranno subito dopo in corteo alla villa Torre di Federico. Qui, alle 19, all’interno della grande sala del primo piano del monumento ottagonale, verrà inaugurata la mostra dal titolo “Il Palio dei quartieri Federico II”. Saranno presenti il sindaco di Enna Maurizio Dipietro, l’assessore comunale alla Pubblica istruzione Rosalinda Campanile e altre autorità cittadine.

La sala espositiva accoglierà costumi medievali, pannelli con note storiche per ognuno degli otto quartieri storici che si sfidano al Palio federiciano (U Pupulu, Beddivirdi, Funnurisi, A Chiazza, Sant’Austinu, San Tumasi, U Sarbaturi e San Pitru), teche con le opere artistiche realizzate dagli artigiani della Cna come premio al quartiere vincitore del Palio federiciano degli anni passati e di questa nuova edizione: al manufatto del ceramista Lucio Ronca, della maestra vetraia Maria Concetta Malorzo e del mastro vetraio Salvatore Giunta si aggiunge l’opera dell’ennese Angelo Scalzo, una cassapanca policroma decorata con foglie d’acanto e lo stemma degli Hohenstaufen. L’artista Ronca ha annunciato la sua partecipazione all’evento.

In esposizione anche le riproduzioni di gioielli medievali degli allievi del liceo artistico, guidati dalla dirigente scolastica Graziella Bonomo. Gli stessi studenti, con la supervisione dei loro docenti, hanno realizzato i gonfaloni medievali e le stampe federiciane esposte nelle vetrine dei negozi del centro storico di Enna. Tutte le creazioni sono state realizzate nei laboratori di grafica pubblicitaria e oreficeria, due delle tante sezioni attive al liceo artistico.

Brani medievali saranno eseguiti all’interno della Torre dagli allievi del liceo musicale Napoleone Colajanni di Enna.

La partecipazione è libera.

Related posts