SCILLA E CARIDDI DI SCENA AD AIDONE

Un’altra estate all’insegna del divertimento quella di Nonsololibri. Letture per tutti, il prestigioso progetto della biblioteca comunale di Aidone finanziato nel 2021 dal Centro per il Libro e la Lettura, istituto afferente al Ministero della Cultura, e ormai prossimo alla conclusione. La stagione estiva del programma di promozione della lettura inclusiva, che da un anno e mezzo garantisce la realizzazione di numerosissime iniziative accessibili tra attività formative, mostre, presentazioni di libri, laboratori e incontri di lettura, è stata inaugurata lo scorso 21 giugno quando, in una voluta coincidenza con il solstizio d’estate, la biblioteca Gaetano Scovazzo ha ospitato la scrittrice ispicese Evelina Barone, autrice del libro “La Maga Saraghina”, e il gruppo di musica popolare dei Curamunì. L’evento itinerante, svoltosi tra la biblioteca e la villa comunale e dedicato all’antica leggenda della Saraghina, connessa alla figura della dea greca Demetra e al ciclo delle stagioni, ha visto una grande presenza di pubblico, che ha assistito incuriosito a letture ad alta voce ed è stato coinvolto attivamente in canti e musiche della tradizione popolare siciliana.

Il prossimo lunedì 24 luglio pomeriggio sarà la volta di un nuovo racconto per grandi e piccoli dedicato alla Sicilia, lo spettacolo per burattini e narratore “Scilla e Cariddi”. Organizzato dall’ associazione culturale “Nave Argo”, presidente il calatino Fabio Navarra, l’evento sarà presentato dalla Compagnia Teatro degli Spiriti – Piccolo Teatro Patafisico di Palermo. Nella scenografica cornice del chiostro della chiesa di Sant’Anna, grazie alla collaborazione con il parroco Don Angelo Ventura, alle ore 18 andranno in scena Vito Bartucca, narratore, e Salvino Calatabiano, burattinaio e autore dei testi e della regia. Il mito è noto a tutti: Glauco, creatura per metà uomo e per metà pesce, si innamora perdutamente di Scilla, una bellissima ninfa che vive sulle spiagge di Messina. Scilla è molto impaurita dall’aspetto mostruoso di Glauco e lo rifugge. Inizia così una straordinaria avventura fatta di amore e inseguimenti, di magie e trasformazioni, che porterà Scilla a incontrare Cariddi, un altro mostro della mitologia greca.

“La biblioteca continua a essere, attraverso la presentazione di eventi rivolti a tutte le fasce d’età, il cuore pulsante della comunità aidonese, luogo di aggregazione e coesione sociale, laboratorio di idee che scaturiscono dalla lettura, dalla ricerca, dal confronto con autori, studiosi e artisti che puntualmente si lasciano affascinare dal nostro grande patrimonio culturale.”, dichiara Alessandra Mirabella, assessore alla cultura della nuova amministrazione guidata dal Sindaco Anna Maria Raccuglia.

“La scelta di raccontare questo episodio della mitologia classica non è casuale – aggiunge Serena Raffiotta, referente del progetto Nonsololibri. Letture per tutti – È un racconto legato indiscutibilmente alla Sicilia ma riguarda da vicino anche il nostro territorio, dal momento che il mostro marino Scilla è rappresentato a rilievo sul noto medaglione d’argento proveniente da Morgantina, simboleggiando il “tesoro di Eupolemo” custodito al museo archeologico di Aidone. Attraverso il teatro dei burattini puntiamo a trasmettere alla comunità storie antiche che non tramontano mai.”

Lo spettacolo sarà ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

About Post Author