ENNA: DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE MONACO SULLO SFALDAMENTO CHE CARATTERIZZA LA COALIZIONE DI CENTRO DESTRA

Print Friendly, PDF & Email

Da tempo assistiamo inerti ad un innegabile vuoto di cultura politica ormai così generalizzato nel nostro paese da avere contagiato le periferie e quindi anche il nostro territorio con conseguenze deleterie per tutti. E’ infatti impensabile che uomini politici, chiamati dall’elettorato ad assolvere un compito così delicato e prestigioso come quello di consigliere e, come tali, potenzialmente seri e responsabili, possano ostacolare l’attività politico-amministrativa dell’Ente Provincia rallentando e quindi compromettendo il rilancio socioeconomico di questo territorio per il quale non solo mi sono impegnato dinnanzi agli elettori ma continuerò a farlo costi quel che costi.

 

Sono fortemente convinto che il compito di un Presidente di Provincia sia prioritariamente quello di amministrare con scrupolo impegnandosi per far crescere e migliorare ulteriormente le condizioni del proprio territorio.

Se qualcuno viceversa pensa, sbagliando grossolanamente, che il presidente abbia come sua attività principale e preminente quella di rispondere quotidianamente al soddisfacimento di richieste e/o interessi personali o di gruppo da parte di soggetti che, pur di raggiungere tali obiettivi, sono disposti a paralizzare l’attività amministrativa dell’ente       laddove soprattutto il presidente si dimostrasse poco “sensibile” o per niente succube a quanto sopraddetto, beh, allora intendo sin da subito ed in modo assolutamente inequivocabile chiarire un concetto: da oggi in poi non è più mia intenzione curarmi di istanze o richieste di singoli o gruppi che non abbiano un esclusiva ed edificante valenza politico-amministrativa tesa all’attuazione del programma elettorale ed al raggiungimento di obiettivi utili al rilancio del nostro territorio.

Chi, da questo momento in poi, eletto all’interno della coalizione che mi ha fedelmente sostenuto, dovesse, senza motivazioni serie, concrete ma semplicemente per ostruzionismo, rendersi responsabile in consiglio provinciale della bocciatura di atti amministrativi, tesi alla crescita economica e infrastrutturale del nostro territorio e comunque contrari al programma per il quale sono stati votati, non dovrà di tutto ciò rispondere più a me ma esclusivamente ai propri elettori.

Ho altresì il dovere morale, anche se la coalizione di centrodestra dovesse in alcuni suoi settori mantenersi ancora incerta e fibrillante, di proseguire nel mandato che dagli elettori mi è stato affidato in uno alle forze politiche ed a tutti quei consiglieri che hanno mantenuto e continuano a mantenere fede, con grande dedizione, lungimiranza e lealtà, al progetto per il quale hanno ricevuto la fiducia di tanti cittadini di questa provincia.

E non saranno sicuramente le bizzarrie o i non condivisibili comportamenti di pochi a potere minimamente scalfire la mia ferma e ferrea volontà di perseguire il raggiungimento degli impegni già assunti!!!

Mi rendo conto che per taluni pensare, come me, che la politica debba essere intesa come servizio e non come occupazione istituzionale fine a se stessa diventa oltremodo difficile, ma da questo indiscutibile principio del quale ho fatto per tutto la mia vita punto di riferimento non intendo assolutamente recedere.

La grave crisi economica che attraversa il nostro paese ed ancora di più la nostra provincia non mi permette, non mi può permettere in alcun modo, di sprecare tempo ed energie in banali beghe di bottega.

Il mio sincero auspicio è che possa aprirsi pertanto una stagione politica nuova nella quale tutte le forze politiche, non solo quelle ancora fedeli di centrodestra, ma anche quelle di opposizione, possano dare responsabilmente il loro contributo ad un azione politica tesa unicamente allo sviluppo vero ed irreversibile delle grandi potenzialità inespresse della nostra terra.”

 

Il Presidente della provincia reg.le di Enna, Dott Monaco

Related posts