ENNA: LA CISL ATTIVA OSSERVATORIO PROVINCIALE SUL CREDITO

Print Friendly, PDF & Email

Per il Segretario Generale della Cisl Provinciale Peppe Aleo ,”l’accesso del sistema imprenditoriale agli strumenti creditizi costituisce uno degli aspetti nodali del decollo dello sviluppo economico, assumendo importanza vitale in quei territori i cui processi economici stanno attraversando una congiuntura sfavorevole dovuta non solo per la gravissima crisi economica internazionale.  Pertanto al fine di analizzare in modo approfondito le tematiche  inerenti ai rapporti fra banche e imprese nella provincia e di studiarne i principali elementi di criticità, si ritiene improcrastinabile procedere l’ istituzione di un Osservatorio Provinciale sul Credito, a sua volta inquadrato in una più generale attività di ricerca sulla situazione economica

 del territorio, che diventi punto d’incontro tra Parti sociali, Istituzioni Pubbliche e Sistema Bancario per approfondire e definire le iniziative a sostegno del settore produttivo ennese.”

Per il Segretario Provinciale della Cisl Ennese, Tommaso Guarino ,”Le difficoltà di accedere al consolidamento del credito, i tempi lunghissimi per la riscossione dei crediti verso le PP.AA., tassi elevati e tempi di risposta tutt’altro che tempestivi da parte del sistema bancario sono solo alcuni dei problemi che sono stati denunciati anche dalle associazioni datoriali.

Pertanto come  Cisl riteniamo che occorre da subito agire affinché tutte le iniziative siano orientate a rafforzare la struttura delle fonti creditizie delle imprese, a migliorare le condizioni di accesso al credito, a promuovere strumenti in aiuto alla capitalizzazione delle imprese. Naturalmente tutti gli interventi dovranno essere selettivi e non a pioggia.

E’ opportuno attivarsi ad istituire al più presto l’Osservatorio Provinciale sul Credito per iniziare ad affrontare i gravi problemi e le criticità che da tempo investono il settore delle Piccole e Medie Imprese, artigianato e commercio, infatti sono molte le “imprese” che chiudono o che sono in sofferenza.”

 

Related posts